Trapani Oggi

Fondo sviluppo e coesione: alla provincia di Trapani 160 milioni di euro - Trapani Oggi

Trapani | Politica

Fondo sviluppo e coesione: alla provincia di Trapani 160 milioni di euro

28 Maggio 2024 14:48, di Redazione
visite 2347

La Sicilia potrà contare su 6,8 miliardi di euro

La Sicilia potrà contare su 6,8 miliardi di euro per portare avanti lo sviluppo infrastrutturale, economico e sociale del territorio nei prossimi anni. È il frutto dell'accordo per il Fondo di sviluppo e coesione (Fsc) 2021-2027 tra la Presidenza del Consiglio dei ministri e la Presidenza della Regione Siciliana firmato questo pomeriggio al Teatro Massimo di Palermo, alla presenza dei sindaci di tutta l'Isola e di autorità civili, religiose e militari.

Per la provincia di Trapani è previsto un importo di 160 milioni di euro per diversi interventi programmati: per le strade provinciali 11 milioni, per l’Aeroporto Trapani-Birgi Vincenzo Florio 13 milioni, per la regimentazione delle acque 64 milioni, per i beni culturali 8 milioni, per il Porto di Bonagia 34 milioni.

In merito alle preoccupazioni suscitate da alcune informazioni diffuse, desidero fare chiarezza sull'effettiva situazione.  I fondi FSC destinati alla riqualificazione urbana, tra cui rientra il progetto di Villa Rosina, sono previsti nell’elenco degli interventi programmati alla voce “Bando pubblico per la riqualificazione urbana dei centri abitati della Regione Siciliana”, per un ammontare complessivo di 100 milioni di euro. Voglio rassicurare che il governo regionale è fermamente intenzionato a mantenere gli impegni presi per la realizzazione di questa opera di grande valore sociale per la Città di Trapani. Confido che quando il finanziamento sarà definitivamente approvato, i lettori terranno conto di queste mie dichiarazioni e valuteranno con obiettività l'operato di chi oggi alimenta allarmismi e polemiche” - così conclude Giuseppe Bica, il deputato regionale di Fratelli d’Italia all’Ars.

L'intesa garantisce con 5,5 miliardi la copertura finanziaria a 580 interventi in nove diversi ambiti e con ulteriori 1,3 miliardi il cofinanziamento regionale al progetto della costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina, ponendo la Sicilia al primo posto tra le regioni per risorse assegnate.

Nel dettaglio, la parte più consistente delle somme, 2,5 miliardi è destinato ad “Ambiente e risorse naturali”: agli 800 milioni previsti per la realizzazione dei termovalorizzatori si aggiungono, tra gli altri, finanziamenti per risorse idriche (527 milioni), rifiuti (164 milioni) depurazione (354 milioni), interventi per il contrasto al dissesto idrogeologico e all'erosione costiera (circa 700 milioni).

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie