Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 01 Giugno 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Funerali Aldo Kenga. In una bara il suo corpo, in classe solo i fiori a ricordare a tutti la sua assenza - Trapani Oggi

0 Commenti

0

3

0

0

1

Testo

Stampa

Cronaca
San Vito Lo Capo

Funerali Aldo Kenga. In una bara il suo corpo, in classe solo i fiori a ricordare a tutti la sua assenza

28 Febbraio 2020 07:19, di Laura Spanò
Fiori sul banco di Aldo Kenga
Cronaca
visite 2880

Funerali Aldo Kenga. In una bara il suo corpo, in classe solo i fiori a ricordare a tutti la sua assenza La comunità di San Vito Lo Capo ieri ha dato l'ultimo saluto ad Aldo Kenga, lo studente dell'Alberghiero di 19 anni, morto improvvisamente mentre stava effettuando delle visite al pronto soccorso di Trapani. Tanta la gente che ha voluto stringersi attorno alla famiglia del giovane di origine albanese che viveva da anni nella piccola frazione di Macari. In una bara il suo corpo, in classe solo i fiori a ricordare a tutti la sua assenza.Ad officiare la funzione funebre nel Santuario San Vito Martire, don Piero Messana che così ha ricordato Aldo. “Siamo oggi tante famiglie, a cui Aldo apparteneva, per dare l’ultimo saluto terreno a questo giovane. Sì, perché il nostro fratello Aldo apparteneva in primo luogo al suo papà, alla sua mamma e alla persone con cui era stretto da legami di sangue, ma apparteneva anche a Macari dove è cresciuto, alle scuole che ha frequentato e a quella che frequentava, l’istituto Alberghiero, e apparteneva a questa nostra comunità di cui era in qualche modo partecipe della vita di San Vito Lo Capo. Tutte queste famiglie sono qui attorno a lui, come un’unica grande famiglia per salutarlo insieme e per stringersi insieme attorno al papà, alla mamma e al fratello, che più di tutti sono toccati da questa sciagura, tanto inattesa quanto sgradita. La nostra mano di solidarietà e il nostro guardare verso un futuro che dà senso alla nostra vita sulla terra è ciò che  in questo momento ci guida”. Anche il sindaco Giuseppe Peraino che ha proclamato il lutto cittadino ha voluto ricordare il giovane. "Ringrazio i miei concittadini, la dirigente e gli alunni dell’istituto Alberghiero  per essere stati vicini alla famiglia Kenga e alla nostra comunità, sinceramente provata da questa tragedia. La presenza di così tante persone ne è la testimonianza. Aldo, assieme al fratello Alessio, che è stato mio alunno, e a tutta la sua famiglia, era un ragazzo ben integrato. La nostra è stata una comunità  sempre aperta ed ospitale nei confronti di  chi sceglie San Vito Lo Capo per costruire il suo futuro e spero che la vicinanza mostrata oggi, nel momento del dolore, possa continuare anche nel tempo nei confronti di questa famiglia dilaniata da una così grave perdita”. Era gremita il Santuario di San Vito, così come la piazza. Non hanno voluto mancare presenti i compagni di Osvaldo dell'Alberghiero, i genitori e i docenti. La Preside dell'Istituto Alberghiero frequentato dal giovane, la professoressa Pina Mandina (ha parlato a nome di tutta la comunità scolastica e in particolare agli alunni) raccontando chi fosse Aldo per la scuola ed ha incoraggiato la famiglia ad affrontare questo momento con forza e coraggio. "Aldo era un ragazzo buono, molto amato. Aveva dei sogni che voleva tradurre in grandi certezze. Aveva superato delle difficoltà. Era rispettoso della scuola e delle regole. Un modello per tutti noi. Facciamo tesoro di questa perdita”. Osvaldo da ieri riposa nel cimitero di San Vito Lo Capo.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings