Trapani Oggi

Furto alla scuola "Pagoto": tre arresti e una denuncia - Trapani Oggi

Erice | Cronaca

Furto alla scuola "Pagoto": tre arresti e una denuncia

03 Ottobre 2017 15:14, di Ornella Fulco
visite 1065

Arrestati in flagrante dagli agenti della Squadra Volante, per furto aggravato in concorso, i trapanesi Emanuele Burgarella e Giovanni Minì,  entrambi...

Arrestati in flagrante dagli agenti della Squadra Volante, per furto aggravato in concorso, i trapanesi Emanuele Burgarella e Giovanni Minì,  entrambi 21enni, e il 31enne Salvatore Minì. I tre, sono tutti gravati da diversi precedenti di polizia per reati  contro il patrimonio. Il furto, aggravato dalla violenza sulle cose, dal fatto di avere approfittato di circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la pubblica o privata difesa e dall’avere fatto partecipare alla commissione del delitto un ragazzo di 16 anni, a sua volta denunciato a piede libero alla Procura per i minorenni di Palermo, è avvenuto nella notte di domenica scorsa. Ad essere preso di mira è stato l’Istituto comprensivo “Pagoto” di Casa Santa-Erice. Gli agenti della Volante sono intervenuti a seguito di una telefonata che segnalava la presenza di persone sospette nei pressi della scuola. Una volta raggiunto l'Istituto, hanno intercettato quattro uomini a piedi: uno trasportava alcuni cavi elettrici tra le braccia e gli altri tre trascinavano una macchina elettrica per tagliare il ferro. Alla vista degli agenti hanno abbandonato il materiale e si sono dati alla fuga ma sono stati rincorsi, bloccati, identificati e sottoposti a perquisizione personale. Èstato accertato che il materiale era di proprietà di un’impresa edile impegnata in lavori nella scuola. A conferma di ciò, nei pressi del cancello della "Pagoto" è stata rinvenuta una catena in ferro, con catenaccio di sicurezza, divelta e spezzata nonostante, come accertato, la sera precedente fosse integra. Inoltre si notavano chiaramente, su una strada sterrata nelle vicinanze, i segni di trascinamento della grossa cesoia tagliaferro. I tre maggiorenni sono stati condotti nelle camere di sicurezza della Questura, mentre il minorenne è stato riconsegnato ai genitori. Al termine dell’udienza di convalida ai tre arrestati è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie