Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 30 Marzo 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Furto di rame al dissalatore di Nubia, arrestati due uomini - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

4

0

Testo

Stampa

Cronaca
Paceco

Furto di rame al dissalatore di Nubia, arrestati due uomini

23 Giugno 2017 09:27, di Ornella Fulco
Furto di rame al dissalatore di Nubia, arrestati due uomini
Cronaca
visite 337

Nuovamente preso di mira dai ladri di "oro rosso" il dissalatore, ormai in disuso, di Nubia. A finire in manette, ad opera dei militari della Stazione Carabinieri di Paceco, con l'accusa di furto aggravato in concorso, sono stati il 53enne Michele Scardina e il 20enne Davide Ferrara, entrambi residenti a Trapani e già noti alle forze dell’ordine. I Carabinieri li hanno sorpresi e bloccati mentre erano ancora intenti a caricare i cavi di rame sui loro mezzi. I militari dell’Arma, a seguito di alcuni furti commessi ai danni della struttura, negli ultimi tempi hanno intensificato la vigilanza al dissalatore e hanno organizzato mirati servizi di prevenzione. Ciò ha permesso alla pattuglia in servizio di notare la presenza di due veicoli, parcheggiati a poca distanza tra loro, nelle vicinanze dell'impianto. Insospettiti, i militari hanno deciso di procedere ad un controllo nel corso del quale hanno notato che la recinzione del dissalatore era stata in parte rimossa per consentire un ingresso più agevole. Non lontano dai veicoli sono state rinvenute numerose matasse di cavi di rame, tranciate poco prima, pronte per essere asportate. In totale, sono stati recuperati più di 300 chilogrammi di cavi di rame e circa 450 chilogrammi di altro materiale ferroso. Per i due è scattato l'arresto in flagrante. Il gip del Tribunale di Trapani, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto - in attesa del processo - per Scardina l’obbligo di dimora nei comuni di Trapani ed Erice.

© Riproduzione riservata

Commenti
Furto di rame al dissalatore di Nubia, arrestati due uomini
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings