Trapani Oggi

GDF Catania: corruzione, arrestati funzionari pubblici - Trapani Oggi

Cronaca

GDF Catania: corruzione, arrestati funzionari pubblici

16 Ottobre 2021 08:28, di Redazione
visite 1172

Alle 10,30 i dettagli nel corso di una conferenza stampa

**Aggiornamento** - Due pubblici ufficiali sono stati arrestati dai finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, su delega della Procura distrettuale etnea. Si tratta di Matteo Mazzamurro e Giuseppe Laera rispettivamente tenente colonnello e luogotenente, appartenenti all’Aeronautica militare/3° Reparto Genio di Bari. Sono indagati, in concorso, per istigazione alla corruzione nell’ambito della procedura di esproprio per pubblica utilità di terreni adiacenti alla base militare di Sigonella. Si tratterebbe di illeciti compensi per i pubblici ufficiali stabilito mediante un apposito "tariffario". L’operazione, denominata "Extra base", ha riguardato la Sicilia, la Puglia e il Lazio.

A fare scattare l'indagine la denuncia di un collaboratore di una delle società proprietarie dei terreni  oggetto di esproprio. Gli investigatori delle fiamme gialle hanno scoperto che i due pubblici ufficiali, che dovevano seguire l’iter amministrativo della procedura di esproprio di un'area di circa 100 ettari, che confina con la base aerea di Sigonella, hanno sollecitato il proprietario del terreno a versare una somma di denaro in contanti. In cambio  Matteo Mazzamurro e Giuseppe Laera, garantivano un indennizzo maggiore (fino a 35 mila euro per ettaro) rispetto ai valori di mercato (18 mila euro) per l’esproprio del terreno; un ampliamento, rispetto al progetto originario, dell’area da espropriare, così da garantire un maggiore vantaggio al privato, con conseguente aumento della spesa pubblica; il celere riconoscimento dell’indennità di esproprio, senza necessità di avviare contenzioso con la Pubblica amministrazione.

_______________________________________________________________________________

I Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, su delega della Procura distrettuale etnea, hanno eseguito un’ordinanza di misure cautelari nei confronti di pubblici ufficiali indagati, in concorso, per istigazione alla corruzione nell’ambito della procedura di esproprio per pubblica utilità di terreni adiacenti ad un importante sito della Sicilia orientale.
L’attività investigativa è stata svolta in Sicilia, Puglia e Lazio.

Sono tutti indagati, in concorso, per istigazione alla corruzione nell’ambito della procedura di esproprio per pubblica utilità di terreni adiacenti alla base militare di Sigonella. Si tratterebbe di illeciti compensi per i pubblici ufficiali stabilito mediante un apposito "tariffario".

I dettagli dell’operazione verranno comunicati nel corso di una conferenza stampa della Procura Distrettuale di Catania presieduta dal Procuratore Capo, Dott. Carmelo Zuccaro, che si terrà alle ore 10.30 odierne, in via Crociferi, 2, nella sede del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Catania.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie