Trapani Oggi

Giallo a Guidonia. Marsalese si schianta col quad dell'amico che simula investimento - Trapani Oggi

Marsala | Cronaca

Giallo a Guidonia. Marsalese si schianta col quad dell'amico che simula investimento

08 Agosto 2022 09:32, di Laura Spanò
visite 2903

Il padre: "Mio figlio era abituato a guidare i Tir, voglio sapere la verità sulla sua morte"

Ci sono in corso indagini sulla morte di Ivan Prinzivalli 32 anni originario di Marsala ma residente a Guidonia. L'uomo è deceduto dopo essersi schiantato con il quad di un amico, ma quest'ultimo chiama i soccorsi ma prima nasconde il mezzo non assicurato.

L'incidente è avvenuto nella notte del 6 agosto, Prinzivalli è andato a finire su due auto posteggiate in via Carlo Alberto mentre era alla guida del quad dell'amico. Prinzivalli era figlio del mago Vincenzo Prinzivalli, molto noto a Guidonia.

"Forse qualcuno gli ha tagliato la strada, vogliamo capire e aspettiamo le indagini dei carabinieri". A parlare è Vincenzo Prinzivalli, il papà di Ivan.

Ci sono tre ore di buco dal momento dell'impatto all'intervento della prima pattuglia dei carabinieri, chiamata dal 118. Un incidente le cui cause sono ancora da chiarire: la perdita di controllo del mezzo o forse una buca sull'asfalto che non ha visto?

Ivan Prinzivalli è morto per una profonda ferita alla testa. Il 32 enne, secondo la ricostruzione degli investigatori, non indossava il casco. I carabinieri di Tivoli sono arrivati alle 2,30 circa di sabato notte a Guidonia Montecelio, chiamati dal 118. In strada hanno trovato solo le tracce di sangue, il quad era già stato spostato in un garage dal proprietario del mezzo, un ventottenne.

Ricostruito l'impatto mortale avvenuto attorno alle 23.30. Gli stessi operatori del 118 hanno riferito che in strada avevano trovato solo la vittima e intorno i segni di un incidente stradale e le due auto danneggiate.

Ivan Prinzivalli è arrivato all'ospedale di Tivoli già morto, i medici non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. Il proprietario del quad ha detto di avere nascosto il quad in un garage per timore di cosa sarebbe successo visto che non aveva mai attivato una polizza assicurativa.

Su di lui diverse contestazioni in corso per il veicolo senza assicurazione e i carabinieri stanno valutando eventuali profili penali. I carabinieri stanno valutando le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza della zona per ricostruire con esattezza la dinamica dell'incidente e comprendere se ci sono altri feriti o altri mezzi coinvolti. 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie