Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 29 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Giubileo della Misericordia, apertura "Porte Sante" anche nella Diocesi di Trapani - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

4

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

Giubileo della Misericordia, apertura "Porte Sante" anche nella Diocesi di Trapani

09 Dicembre 2015 11:39, di Ornella Fulco
Giubileo della Misericordia, apertura "Porte Sante" anche nella Diocesi di Trapani
Attualità
visite 341

Dopo l’apertura della Porta Santa della basilica di San Pietro, da parte di papa Francesco, anche la Diocesi di Trapani si prepara a vivere il Giubileo della Misericordia che, per la prima volta, sarà diffuso e “decentrato” in tutte le Diocesi del mondo. A Trapani l’apertura della Porta Santa, da parte del vescovo Pietro Maria Fragnelli, si svolgerà sabato prossimo 12 dicembre. Alle ore 17.30 i fedeli che giungeranno da tutta la Diocesi si ritroveranno in piazza ex Mercato del Pesce e, dopo, una breve preghiera iniziale, in pellegrinaggio raggiungeranno la cattedrale “San Lorenzo” dove il vescovo aprirà la Porta Santa. Seguirà la celebrazione della messa. Per l'occasione non si terranno altre celebrazioni in tutto il territorio della Diocesi. Domenica 13 invece, si svolgeranno le celebrazioni negli altri centri della Diocesi con l’apertura della Porta Santa nelle chiese giubilari individuate, con apposito decreto, dal vescovo. A Trapani, oltre alla Cattedrale,sarà giubilare la Chiesa-Santuario della Madonna di Trapani. Ad Alcamo oltre alla Chiesa Madre, il Santuario della Madonna dei Miracoli. In particolare domenica si svolgeranno celebrazioni a Trapani dove, alle ore 17, i fedeli dell’interparrocchialità della Madonna (parrocchie Santuario, Sant’Alberto e Santissimo Salvatore) si ritroveranno in piazza Nicolodi e in processione raggiungeranno il Santuario per l’apertura della “Porta Santa” nella Cappella dei Marinai e la celebrazione eucaristica (ore 18.00 circa); ad Erice vetta l’apertura della Porta Santa sarà alle ore 11 presso la chiesa di San Pietro con la celebrazione eucaristica. I fedeli si riuniranno alle ore 10.30 presso la Chiesa di San Giuliano per raggiungere la Chiesa giubilare; ad Alcamo, dove i fedeli si ritroveranno alle ore 16 alla Chiesa del Collegio per proseguire verso la Chiesa Madre “Maria Santissima Assunta” dove si aprirà la Porta Santa. Successivamente, in pellegrinaggio, raggiungeranno il Santuario della Madonna dei Miracoli, per l’apertura dell’altra Porta Santa in città; a Castellammare del Golfo, dove alle ore 16.30 si terrà il raduno presso la parrocchia Maria SS. Addolorata (Santa Rita). Quindi in processione si procederà verso la Chiesa Madre per l’apertura della Porta Santa e la messa; a Calatafimi-Segesta, dove alle ore 17.15 i fedeli si ritroveranno nella Chiesa Madre “San Silvestro Papa” per raggiungere il Santuario di città della Madonna del Giubino per l’apertura della Porta e la messa; Celebrazioni anche Valderice per l'apertura della Porta Santa del Santuario “Maria Santissima della Misericordia”: raduno in piazza Belvedre a Misericordia alle ore 18 con i parroci e processione fino al santuario; a Custonaci dove, alle ore 16.30 con partenza dalla parrocchia “San Giuseppe” di Sperone si andrà verso il Santuario di Maria Santissima di Custonaci. Alle ore 17.30 l’apertura della “Porta Santa” e la celebrazione della messa. Per l'occasione il vescovo Pietro Maria Fragnelli ha diffuso un messaggio ai fedeli della Diocesi: “Siamo di fronte al nero di spaventose bandiere e al grigio di enormi città inquinate - scrive - ai bagliori sinistri delle terre del fuoco e alle terribili statistiche di morti per tumore, agli immigrati naufragati nel Mediterraneo e alla vita scandalosamente degradata a prodotto commerciale; sembriamo rassegnati alla violenza di ogni tipo di mafia e all’indegna diffusione della corruzione, alle dipendenze sempre più pervasive come il gioco d’azzardo, l’alcol, il narcisismo multiforme e alle manipolazioni più spregiudicate del bene comune, alle falsificazioni della verità - nel commercio e nei mass media - e alla strumentalizzazione dei poveri e dei lavoratori in ogni angolo del pianeta. Di fronte a tutto ciò ci chiediamo: a cosa serve parlare di misericordia? perché passare attraverso la Porta Santa? Papa Francesco non vuole limitarsi a denunciare i mali della società; vuole coraggiosamente rilanciare “la gioia del Vangelo”, annunciando a tutti che la misericordia – cuore del Vangelo - è sempre possibile. Con lui anche noi chiediamo a tutti gli uomini di buona volontà, agli uomini e alle donne battezzate, ai sacerdoti presenti e futuri, ma specialmente alla gente più umile e povera delle nostre famiglie di fare una nuova esperienza dell’amore misericordioso di Dio e di testimoniarlo con coraggio”. Sul sito della Diocesi www.diocesi.trapani.it il testo completo del messaggio e le altre informazioni per vivere il Giubileo.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings