Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 13 Giugno 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Giustizia per le donne, tutti in piazza con "One Billion Rising" - Trapani Oggi

0 Commenti

5

0

1

0

0

Testo

Stampa

Video
Trapani

Giustizia per le donne, tutti in piazza con "One Billion Rising"

14 Febbraio 2014 17:06, di Ornella Fulco
Giustizia per le donne, tutti in piazza con "One Billion Rising"
Video
visite 449

Trapani ha ballato con il resto del mondo, stamattina in piazza Vittorio Veneto, aderendo all'iniziativa One Billion Rising che, l'anno scorso, aveva voluto catturare l'attenzione contro la violenza sulle donne. Il flash mob di quest'anno mirava, invece, a chiedere "giustizia" perché non si sconfigge la violenza senza leggi, comportamenti e nuove regole che devono venire prodotte sia dalle istituzioni sia dalla cosiddetta società civile. Anche quest'anno, la data scelta è stata quella legata alla ricorrenza di San Valentino, il protettore degli innamorati. Potrebbe sembrare, quasi, un controsenso parlare di violenza e di dolore nel giorno consacrato all'amore ma così non è. Quanti i rapporti "malati", quanti gli uomini che scambiano questo sentimento con il senso di possesso e il sopruso e, per questo, si sono resi autori dei tanti episodi di stalking, di femminicidio, di maltrattamenti in famiglia che ci troviamo a dover raccontare ogni giorno sui mezzi di informazione. Violenza, peraltro, non è solo picchiare o uccidere una donna, come è accaduto nei casi della trapanese Maria Anastasi - uccisa, nel 2012, dal marito che non ha risparmiato neppure la bambina che la donna portava in grembo - e di Bose Uwada, la nigeriana trovata cadavere nei pressi del cimitero di Custonaci lo scorso 23 dicembre, a cui la manifestazione trapanese, organizzata dal Comitato delle Donne, è stata dedicata. Insopportabilmente troppe e variegate le situazioni, tra le mura domestiche come nei luoghi di lavoro e di aggregazione, in cui c'è ancora un alto prezzo da pagare per il semplice fatto di essere donna. Ecco perchè oggi è stato importante, anche a Trapani, che donne e uomini si siano ritrovati in piazza. "Una donna su tre nel mondo sarà violentata o abusata nella sua vita. Fa un miliardo di donne. Chiedi giustizia”, il messaggio su cui riflettere e impegnarsi concretamente. E la giustizia passa non solo dai tribunali ma dal garantire uguali opportunità di educazione, dall'eliminazione delle ingiustizie sociali e culturali di cui, spesso, le donne sono le prime vittime. Se l’anno scorso si raccoglievano i video dell’evento - poi diventato un docufilm presentato al Sundance Festival – quest’anno il sito Onebillionrising.org raccoglie storie e significati della parola giustizia. Si può anche aderire a Thunderclap, una piattaforma in grado di lanciare il messaggio “Rise, release, dance” (alzati, liberati e danza) in contemporanea sui social di milioni di utenti, un ulteriore tentativo di rompere quel muro di silenzio che confina le donne che subiscono violenza nell’isolamento: il 90% di loro, ancora, non denuncia. A Trapani i protagonisti sono stati, essenzialmente, i ragazzi delle scuole, dalle elementari alle superiori. Pochi i "cittadini comuni" che, dalle 12 alle 13, hanno risposto all'appello. In piazza anche una rappresentativa della Pallavolo Trapani, con coach Fabio Aiuto in testa, e Annarita Savalli, una delle figlie di Maria Anastasi. Per l'amministrazione comunale erano presenti l'assessore Ivana Inferrera e il sindaco Vito Damiano che ha raggiunto in ritardo i manifestanti perchè reduce da altri impegni istituzionali.

© Riproduzione riservata

Loading the player...
Altre Notizie
Change privacy settings