Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 21 Agosto 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Granata spreconi. Matera imita Catanzaro e risorge dalle ceneri - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

1

1

2

Testo

Stampa

barraco
Sport
Trapani

Granata spreconi. Matera imita Catanzaro e risorge dalle ceneri

11 Novembre 2017 16:49, di Salvatore Morselli
Granata spreconi. Matera imita Catanzaro e risorge dalle ceneri
Sport
visite 224

Un Trapani determinato, pimpante e cinico nei primi quaranta minuti di gara sembra avere facile ragione del Matera di Auteri, quarta forza del campionato. La squadra granata costruisce azioni a go-go, segna tre reti e pare mettere in ghiaccio il risultato. Salvo a smarrirsi e subire due reti dagli avversari prima di andare negli spogliatoi per il riposo. Un atteggiamento incomprensibile in una squadra matura, con giocatori di grande esperienza. Un atteggiamento che penalizzante in chi ambisce ad altri risultati, quasi di sufficienza e che alla fine è stato punito dalla maggiore voglia di un Matera che non ha mai smesso di sperare e che nel finale si guadagna un punto d’oro per un penalty concesso ancora in over time. Peccato, perché Trapani ha gettato alle ortiche due punti che potrebbero rivelarsi fondamentali nel cammino della stagione. Appena il tempo di iniziare che Palumbo da fuori area impegna Golubovic. Al 12’ pallone in area materana ma Silvestri se lo allunga troppo e Golubovic salva. Al 15’ Marras serve in area Murano che prontamente si gira e va al tiro, ma ancora una volta il portiere salva in angolo. Sugli sviluppi, testa di Silvestri che stacca più alto e tutti e palla in rete: Trapani avanti di un gol. Al 20’ il raddoppio: contropiede granata con Murano che in percussione centrale attira a i difensori centrali, poi serve Silvestri a sinistra, cross e Maracchi di testa raddoppia. Il Matera è in difficoltà, De Falco al 23’ commette fallo su un Marras scatenato e si becca il giallo. Ci prova Giovinco a svegliare i suoi e al 25’ prova ad impensierire Furlan che è vigile e para. Al 28’ tiro affrettato e alto di Evaco su ripartenza dei granata mentre al 31’ Angelo da destra impegna Furlan che mette in angolo. Il Trapani non spinge, arretra il raggio d’azione e controlla i materani che comunque non costruiscono azioni importanti. Anzi è ancora Trapani con Evacuo che, al 39’ di testa mette dentro il terzo gol su splendida punizione battuta da Palumbo mentre al 40’ Murano colpisce la traversa che salva i lucani dal quarto gol. Gol evitato e gol realizzato:Urso al 42’ sugli sviluppi di calcio d’angolo accorcia le distanze. Poi Golubovic deve uscire con le mani su piedi di Murano lanciato in porta da Marras. Al 46’, nel primo dei due minuti di recupero, Fazio commette fallo in area su Battista, per l’arbitro è rigore: dal dischetto Giovinco raddoppia accorciando ulteriormente le distanze. Si va al riposo con il Matera in rimonta e con il Trapani che vede proiettarsi i fantasmi della partita con il Catanzaro, quando in vantaggio di tre reti venne rimontato rischiando anche la sconfitta. Così i materani vanno vicini al pareggio al 53’ quando su una punizione messa in area da Giovinco Battista per poco non mette dentro. Calori capisce che qualcosa scricchiola dietro e al 57’ mette dentro Visconti al posto di Rizzo e Steffé al posto di Bastoni. Il Trapani si vede nuovamente dalle parti di Golubovic al 71’ con Murano che prova a superare l’estremo difensore di casa che gli ribatte palla in angolo. Poi è il palo a salvare i lucani al 77’ quando Evacuo di testa corregge un pallone servitogli da Marras: portiere battuto ma i legni dicono no. Colpo di testa di Evacuo al 81’, ma Goloubovic è ancora attento. Pareggio vicino per il Matera all’83 ma Furlan di istinto dice no al colpo di testa di Scognamillo su angolo di Giovinco. Al 92’ Evacuo in uscita dalla propria area di rigore sugli sviluppi di angolo si tocca con un avversario che va per terra. L’arbitro indica ancora una volta il dischetto. Ancora Giovinco che mette dentro il gol del pareggio. Poi Maracchi si prende il secondo cartellino giallo, e Trapani in dieci. Poi il triplice fischio finale. Un pari che sa di beffa, per i granata che, comunque, tanto ci hanno messo di loro. Matera – Trapani 3-3 Matera: Golubovic 6, Buschiazzo 6, De Almeida 6, Scognamillo 6,5, Giovinco 7, De Falco 6 (80’ Maimone 6), Sernicola 5,5 (36’ Salandria 6,5), Battista 6 (65’ Dugandzic 5,5), Urso 6,5, Casoli 6, De Franco 6,5 (80’ Sartore 6). A disposizione: Mittica, Dos Santos, Strambelli, Tonti. All. Gaetano Auteri Trapani: Furlan 6, Rizzo 5,5 (57’ Visconti 5,5), Pagliarulo 6, Bastoni 5,5 (57’ Steffé 5,5), Evacuo 6,5, Murano 6,5 (84’ Reginaldo 6), Fazio 5,5, Silvestri 6, Maracchi 5,5, Palumbo 6 (76’ Girasole 5) Marras 6,5. A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Taugourdeau, Legittimo, Dambros, , Canino, Minelli, All. Alessandro Calori Arbitro: Zanonato di Vicenza;assistenti Perrotti di Campobasso e Pizzi di Termoli Reti: Silvestri al 15’, Maracchi al 20’ , Evacuo al 39’, Urso al 42’ , Giovinco (rig.) al 45 1, al 90 2.

© Riproduzione riservata

Commenti
Granata spreconi. Matera imita Catanzaro e risorge dalle ceneri
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie