Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 01 Dicembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Gruppo "Apostoli" fuori da processione, la risposta di Mogavero - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

3

1

Testo

Stampa

Attualità
Marsala

Gruppo "Apostoli" fuori da processione, la risposta di Mogavero

03 Aprile 2015 19:59, di Niki Mazara
Gruppo "Apostoli" fuori da processione, la risposta di Mogavero
Attualità
visite 471

Infuriano le polemiche, a Marsala, dopo l'allontanamento, ieri pomeriggio, del gruppo dei "dodici apostoli" dalla processione del Giovedì Santo. Il gruppo, contravvenendo a quanto stabilito qualche anno fa dal vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo Domenico Mogavero, ha recitato la preghiera del Padre Nostro e, per questo motivo, i suoi componenti sono stati invitati a lasciare la processione. Pronta la reazione del vescovo: “Èinammissibile la strumentalizzazione del Padre Nostro fatta dal gruppo dei recitanti e di quanti, con modi e parole inurbani in strada e sui social network, hanno astutamente spostato l’attenzione dal merito dei fatti". "Va precisato - prosegue il vescovo - che non si vuole impedire ad alcuno di pregare. Si fa osservare solo che il quadro del Padre Nostro non rientra nei fatti della Passione e, quindi, non si è proibito di pregare, ma di rappresentare la scena di Gesù che insegna il Padre Nostro ai suoi discepoli. Tutto il resto è fantasia e pretesto per fare polemica e gettare discredito. Ogni attività umana e ogni manifestazione, soprattutto pubblica e culturale, ha delle regole e queste vanno rispettate. La condotta del gruppo recitante che, in modo scorretto, ha violato tali regole si commenta da sé e la gravità di tale modo di agire è ancora più riprovevole in quanto si attaccano il parroco don Tommaso Lombardo e la mia persona con atteggiamenti e parole non certamente cristiani e, per alcuni, con tratti di aggressività da valutare sotto il profilo penale. Tali modi di agire sono in palese contrasto con la preghiera in genere e con la preghiera di Gesù in particolare. Preciso, altresì – conclude monsignor Mogavero – che negli ultimi anni non mi sono più occupato della questione per due ragioni. Primo perché non aveva nulla da aggiungere; secondo perché gli irriducibili non sono disposti a recepire le argomentazioni ragionevoli proposte”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings