Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 27 Novembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Guerrieri ovvero la solitudine dei numero 1 - Trapani Oggi

0 Commenti

8

0

0

0

0

Testo

Stampa

Sport
Editoriale

Guerrieri ovvero la solitudine dei numero 1

17 Dicembre 2016 09:52, di Salvatore Morselli
Guerrieri ovvero la solitudine dei numero 1
Sport
visite 1074

“Il portiere caduto alla difesa / ultima vana, contro terra cela la faccia, a non veder l’amara luce./ Il compagno in ginocchio che l’induce/ con parole e con mano, a rilevarsi,/ scopre pieni di lacrime i suoi occhi”. Ieri sera, alla fine della partita del Trapani contro il Frosinone, mi sono venute alla mente le prime righe della poesia “Gol” di Umberto Saba che bene hanno rappresentato il dramma sportivo di Guido Guerrieri, il ventenne portiere dei granata. Il ragazzo è stato ancora una volta, suo malgrado, protagonista in negativo del risultato della squadra. Una stagione che il portierino mandato dalla Lazio a farsi le ossa a Trapani (dove invece sta uscendo con le ossa rotte) spera finisca presto. Ma, al di là dell’aspetto sportivo, quello che oggi vogliamo rimarcare è l’aspetto umano. Guerrieri, fischiato prima di entrare in campo, è stato poi pesantemente contestato. Per un ragazzo di venti anni sarà stata dura, anzi durissima e in parte, forse, le contestazioni hanno contribuito alla sua negativa prestazione. Poi, a fine gara, a nulla sono valsi gli scappellotti di incoraggiamento che alcuni suoi compagni gli hanno dato invitandolo ad andare, anche lui, ma forse soprattutto lui, sotto la curva dove gli ultras avevano chiamato i giocatori del Trapani per salutarli, nonostante la pesante sconfitta, quasi tendendo sportivamente la mano. I giocatori sono andati, erano vicini l’un l’altro. Un po’ distante, ultimo della fila, la testa bassa a guardare per terra, l’incedere lento, quasi una corda lo tenesse legato lontano, c’era lui, Guido Guerrieri, con il numero 1 dietro la maglia. Ad accentuare quella solitudine che è l’essere unici nel loro ruolo (il portiere, i difensori, i centrocampisti, gli attaccanti) anche negli  schemi,( il 4-4-2, 4-3-3, 3-5-2 o addirittura il 4-3-1-2 o 4-3-2-1 in cui 1 è sempre in mezzo al campo, mai dietro la linea della difesa). Per lui di certo si preparava una notte da incubi, per lui Trapani sarà, sportivamente parlando, una città da cancellare.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings