Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 17 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

I commercialisti discutono sulla internazionalizzazione delle imprese - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

2

4

2

Testo

Stampa

Economia
Trapani

I commercialisti discutono sulla internazionalizzazione delle imprese

06 Maggio 2015 08:59, di Niki Mazara
I commercialisti discutono sulla internazionalizzazione delle imprese
Economia
visite 453

Organizzato dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Trapani con il patrocinio della Camera di Commmercio di Trapani, di Banca Nuova e di Confindustria Trapani su iniziativa del presidente Mario Sugameli si è tenuto alla Camera di Commercio di Trapani il convegno “SIMEST: gli strumenti per l’internazionalizzazione delle imprese”. “L’internazionalizzazione è diventata un asse portante delle strategie aziendali per la tutela o per la conquista di nuove quote di mercato e, talvolta, è l’unico strumento per la sopravvivenza nei settori caratterizzati dall’incidenza di elevati costi di produzione. Pensare l’impresa, oggi, significa valutare il suo potenziale in termini della domanda di consumo mondiale, valutare le difficoltà di mercato in termini di competitori che operano sul mercato globale. Uno degli obbiettivi che l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili si pone – ha detto Sugameli - è quello di sensibilizzare, orientare e sostenere i commercialisti Trapanesi dell’attività di consulenza alle imprese che si propongono sul mercato internazionale. Dobbiamo aiutare gli imprenditori a crescere e ad internazionalizzarsi, questa è la missione del ceto professionale che rappresentiamo: cresce l’economia, crescono i commercialisti. L’internazionalizzazione è la nuova frontiera delle imprese Siciliane, Italiane ed Europee: essa non è solo una grande opportunità ma un’esigenza per chi vuole avere un futuro”. Il relatore principale della giornata è stato il Dott. Paolo Di Marco, responsabile per il Sud Italia di Simest. Ha presentato gli strumenti che Simest mette a disposizione delle PMI a sostegno dei processi di internazionalizzazione. SIMEST S.p.A. è la finanziaria per lo sviluppo internazionale delle imprese italiane, costituita nel 1991, il cui 76% del Capitale Sociale è detenuto da Cassa Depositi e Prestiti mentre il restante 24% dalle principali banche italiane e Confindustria. Le principali attività di SIMEST per il sostegno delle imprese sono: La SIMEST partecipa fino al 49% al capitale di rischio di società promosse da imprese italiane nei paesi non appartenenti all'UE, consentendo all’azienda italiana di accedere ad una agevolazione (contributo agli interessi) per il finanziamento della propria quota. Per supportare gli investimenti delle imprese italiane all’estero (fuori dell’Unione Europea), il Governo italiano ha reso disponibile, il fondo di Venture Capital nelle aree geografiche di interesse strategico per le imprese italiane. SIMEST sostiene con finanziamenti agevolati le imprese italiane che predispongono studi di fattibilità o realizzano programmi di assistenza tecnica in paesi non appartenenti all’Unione Europea. Finanziamenti agevolati per programmi di inserimento sui mercati esteri Si tratta di un finanziamento agevolato finalizzato al lancio ed alla diffusione di nuovi prodotti e servizi a marchio italiano, ovvero all’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’utilizzo di strutture permanenti in paesi non appartenenti all’Unione Europea. Nel corso del seminario, è intervenuto, in rappresentanza dell’amministrazione doganale il Direttore Regionale per la Sicilia, Dott. Giuseppe Napoleoni, che ha effettuato i saluti di rito, sottolineando i diversi interventi dell’Agenzia delle Dogane per agevolare i traffici commerciali e la crescita dell’economia. All’interno del convegno il Dott. Giuseppe Maranzano, responsabile dell’Area assistenza agli utenti dell’Ufficio delle Dogane di Trapani, ha relazionato su “Gli strumenti semplificativi in dogana”, con particolare riferimento alla figura dell’“operatore economico autorizzato” (AEO) e a quella di esportatore autorizzato. Entrambe le figure permettono agli operatori economici una riduzione dei controlli doganali, garantendo alle imprese una riduzione dei costi delle operazioni internazionali. In rappresentanza di Confindustria Trapani è intervenuto il Dott. Vito Pellegrino che ha rappresentato le difficoltà di molti imprenditori ad intraprendere la via dell’internazionalizzazione. Per Banca Nuova, sono interventi il Dott. Pasquale Bracato e la Dott.ssa Cinzia Schiera che hanno rappresentato di valutare con particolare interesse la possibilità di relazionarsi e gestire con proattività il rapporto Banca- Consulente – Imprenditore, nella consapevolezza che l'economia necessita di un rinnovato e costante intervento volto a sensibilizzare gli attori di un mercato in continua evoluzione.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings