Trapani Oggi

I comuni siciliani verso il dissesto - Trapani Oggi

Politica

I comuni siciliani verso il dissesto

23 Ottobre 2021 13:25, di Francesco Graziano
visite 646

La denuncia dei sindaci dell'isola

Questo in estrema sintesi il contenuto di una nota dell'Anci Sicilia cui hanno aderito  oltre cento sindaci , ai quali, in queste ore, se ne stanno associando tanti altri.che chiede urgentemente   di approvare, in tempi brevissimi e anche attraverso specifici provvedimenti d'urgenza , norme in sostegno dei Comuni siciliani.

"Ricordiamo che ad oggi solo 152 Comuni su 391 hanno approvato il Bilancio di previsione 2021-2023 e solamente 74 Comuni hanno approvato il Consuntivo 2020 , e che oltre questi numeri vanno ricordati i circa 100 Comuni in dissesto, sotto Piano di riequilibrio finanziario e strutturalmente deficitari.

Si tratta di numeri eloquenti che rappresentano con evidenza quanto il tema delle criticità finanziarie degli enti locali  sia in Sicilia un dato strutturale e di sistema" .

"Alle questioni finanziarie - dicono i sindaci sottoscrittori del documento- si aggiungono le problematiche di carattere organizzativo ; anche in questo caso i dati di un recente monitoraggio condotto dall'Associazione dei Comuni siciliani evidenziano una condizione di notevole difficoltà. Ricordiamo che alla luce di questa prima rilevazione i posti vacanti nelle piante organiche dei Comuni siciliani sono circa 15 mila e tra questi circa 4000 fra dirigenti e catgorie D . In queste condizioni pensare di erogare servizi di qualità a cittadini e imprese e sperare di poter utilizzare in maniera efficace le tante, forse troppe, risorse della Programmazione Comunitaria 2021-2027 e del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ( PNRR) è pura utopia."

Più volte i sindaci hanno sottolineato al Governo nazionale e recentemente ai deputati e ai senatori eletti in Sicilia la necessità di recepire le proposte di modifica normativa formulate dall'ANCI  Sicilia relativamente all'abbattimento del 50% degli accantonamenti del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità (FCDE) e consentire , in deroga alle disposizioni vigenti , l'assunzione di figure professionali qualificate all'interno degli enti locali.

Si è dimostrato apprezzamento per la posizione recentemente espressa dal Governo Musumeci attraverso l'assessore regionale delle Autonomie locali, Marco Zambuto, che ha confermato l'analisi dell' ANCI Sicilia e - continuano i sindaci- " chiediamo adesso al vicepresidente e assessore all'economia , Gaetano Armao, di inserire nell'ambito degli accordi fra Stato e Regione , una norma che, in relazione all'acquisizione di Riscossione Sicilia S.p.A da parte dell'Agenzia delle Entrate - riscossione , possa ristorare i Comuni siciliani per i mancati incassi dei crediti frutto delle inefficienze del gestore regionale.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie