Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 25 Ottobre 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Il corallo di Trapani tra le eccellenze italiane sul web - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

2

0

1

Testo

Stampa

Economia
Trapani

Il corallo di Trapani tra le eccellenze italiane sul web

27 Febbraio 2014 16:30, di Ornella Fulco
Il corallo di Trapani tra le eccellenze italiane sul web
Economia
visite 522

Il corallo di Trapani tra le eccellenze italiane sul web. Una delle attività più tipiche della storia - ma anche del presente - della città arriva, grazie ad un progetto sviluppato da Google, sul mercato globale. "Eccellenze in digitale", questo è il nome del progetto, e se n'è parlato oggi, alla Camera di Commercio di Trapani, con il presidente Giuseppe Pace e Danilo Gianformaggio, presidente dell’associazione orafi della Confcommercio di Trapani. Sul sito www.eccellenzeindigitale.it , insieme all’Università Ca' Foscari ed alla Fondazione Symbola, sono state raccolte le esperienze di alcuni imprenditori in un percorso per sviluppare le competenze digitali. Il progetto garantisce anche un supporto diretto sul territorio attraverso i "giovani digitalizzatori". “Il nostro obiettivo è di incentivare sempre di più il turismo - ha commentato il presidente della Camera di Commercio - e questo portale va della giusta direzione, anche per quel che riguarda l’ingresso delle aziende nell’economia digitale. Pace ha ringraziato coloro che hanno collaborato al progetto: il direttore del Museo regionale "Pepoli" Luigi Biondo, il dirigente scolastico del liceo artistico “Ximenes Buonarroti” Antonina Filingeri, Danilo Gianformaggio, Cristina Safina, presidente Terziario donna Confocommercio Trapani, e Giustino Angiuli, esperto in consulenza manageriale nell’ambito del sistema camerale. “Per noi – ha detto Danilo Gianformaggio, che ha illustrato nel dettaglio l’iniziativa – è molto importante mettere in connessione le imprese con un portale come Google. Abbiamo inserito le immagini più suggestive della collezione custodita al "Pepoli" e diverse informazioni storiche visto che parliamo  di pezzi del 1500. Èpossibile anche fare degli ingrandimenti, cogliendone i dettagli”. Alla conferenza stampa di questa mattina sono intervenuti anche Maria Di Graziano, in rappresentanza del Museo Pepoli, ed il professore Vincenzo Di Stefano, fino allo scorso anno dirigente della Scuola per Orafi e Corallai, travolta dalla cancellazione delle Province regionali, e ora docente del liceo artistico “Ximenes”, che si è soffermato “sulle possibilità offerte dalle nuove tecnologie”.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings