Trapani Oggi

Il Gruppo Aeroporto Trapani Marsala saluta il volo Trapani-Torino - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Il Gruppo Aeroporto Trapani Marsala saluta il volo Trapani-Torino

03 Luglio 2017 14:45, di Redazione
visite 1454

Nato per sensibilizzare ed informare quanti hanno a cuore lo sviluppo della provincia di Trapani e in particolare il ruolo dell’Aeroporto di Birgi, ch...

Nato per sensibilizzare ed informare quanti hanno a cuore lo sviluppo della provincia di Trapani e in particolare il ruolo dell’Aeroporto di Birgi, che per tale sviluppo ha un ruolo fondamentale, il Gruppo Aeroporto Trapani Marsala ha salutato con soddisfazione il ripristino del volo Trapani- Torino, ora effettuato dalla compagnia Bluair. Per l’amministratore del gruppo, Giovanni Salvatore Montalto, “lo scalo di Trapani-Birgi è sicuramente destinato a diventare scalo di riferimento per l’ intera Sicilia Occidentale (è legge di natura) anche nell’ottica del potenziamento di nuove tratte “da e per” la Sicilia con aeromobili di grandi dimensioni (come gli Airbus 330) per i quali arrivano quotidianamente sempre maggiori richieste per atterrare a Catania da parte dei vettori (oltre 70 partner di Fontana Rossa), richieste che non pervengono a Palermo Punta-Raisi per le ovvie estreme potenzialità di rischio non accettabili dalle compagnie aeree. Birgi pertanto è l’unica vera reale alternativa per la Sicilia Occidentale ad un “traffico aereo del futuro” che inevitabilmente andrebbe a gravitare esclusivamente su Catania Fontanarossa, così come già sembra nei piani di ENAC con la stipula del contratto con la SAC: ben 95 milioni di euro. Alla stipula del Contratto di Programma erano presenti: Roberto Vergari (Direzione Centrale ENAC, Vigilanza Tecnica), Vincenzo Fusco (Direttore ENAC Aeroporto di Catania), Daniela Baglieri (Presidente SAC spa) e Nico Torrisi (Amministratore Delegato SAC Spa) con l’intero cda e i rappresentanti dell’assemblea dei soci hanno già sottoscritto il contratto di programma”. Per Montalto “ ’aeroporto di Trapani-Birgi torna ad essere collegato direttamente con Torino per servire l’intenso traffico turistico (da e per la Sicilia), sia per servire l’ampia comunità di residenti nell’ ovest della Sicilia (Palermo compresa) che ha la necessità di raggiungere il Piemonte e viceversa”, questo quanto viene indicato in una nota dell’ Airgest. Ryanair invece verrà sicuramente da Noi tutti ricordata per aver soppresso immotivatamente il collegamento con Torino da Trapani, proprio da quello scalo, il Trapani Birgi, che le aveva offerto la possibilità di farsi conoscere nell’intera Sicilia. Con Bluair, che speriamo attiverà presto nuove tratte da Trapani, si può poi continuare da Torino verso Bacau, Bucarest, Berlino, Copenaghen, Ibiza, Iasi, Lisbona, Londra, Madrid, Malaga, Palma di Maiorca, Pescara, Roma Fiumicino e Siviglia. La flotta Bluair è composta da aeromobili Boeing 737, biglietti in vendita sul sito blueairweb.com o tramite call center al n. 06/48771355, nel costo è compreso snack a bordo durante il volo, baglio fino a 10 kg, checkin gratuito on line ma anche gratuito in aeroporto. Per Airgest diventa imperativo impegnarsi nell’ottica di una realizzazione di una 2^ pista (quella militare verrà chiusa a Novembre per manutenzione), la possibile realizzazione di “Turn Pad” che sono delle apposite aree a fianco della pista di volo che consentono l’inversione (back-track) di aeromobili di grandi dimensioni con centinaia di passeggeri (come gli airbus 330) per i quali arrivano sempre maggiori richieste di atterrare a Catania da parte dei vettori (come già indicato prima). La realizzazione di queste aree di manovra consentirebbe di ospitare in pista aeromobili più grandi da sempre interessati ad operare sulla nostra Sicilia ed in atto costretti a potere atterarre solo a Catania, per Palermo nessuna possibilità di futuro in tal senso, solo Birgi ha potenzialità superiori alla stessa Catania (non abbiamo il Vulcano)”. Infine l’amministratore del gruppo Aeroporto Trapani Marsala auspica “ un collegamento ferroviario con metropolitana di superficie con il centro delle città di Trapani e Marsala, visto che la ferrovia già si trova a poche centinaia di metri dalla aerostazione” e la “immediata riattivazione della illuminazione stradale e della rotonda di accesso allo scalo, da mesi al buio e sicura fonte di pericoli.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie