Trapani Oggi

Il Luglio musicale riparte da... Iannuzzo - Trapani Oggi

Trapani-Erice | Cultura

Il Luglio musicale riparte da... Iannuzzo

14 Gennaio 2013 13:56, di Redazione
visite 524

Presentato stamane a Palazzo De Filippi il cartellone di appuntamenti che caratterizzeranno la stagione teatrale invernale proposta dal Luglio musical...

Presentato stamane a Palazzo De Filippi il cartellone di appuntamenti che caratterizzeranno la stagione teatrale invernale proposta dal Luglio musicale trapanese la cui direzione artistica è stata affidata a Gianfranco Jannuzzo.  L'attore siciliano, formatosi alla scuola di Gigi Proietti, ha illustrato gli spettacoli che, a partire dal prossimo 30 gennaio, saranno proposti al pubblico trapanese dal palcoscenico del teatro "Tito Marrone". "La scelta di Iannuzzo - ha ribadito il sindaco Vito Damiano - riflette la rivoluzione culturale in atto al Luglio musicale trapanese. E' nostra intenzione proporre spettacoli di qualità che spazino tra i generi più diversi. Non più soltanto l'opera lirica ma anche forme di intrattenimento adatte alle fasce più giovani del pubblico cittadino. Quelle che, fino ad ora, non vediamo in teatro". Gli fa eco l'amministratore delegato dell'Ente, l'avvocato Gino Bosco che precisa: "Sappiamo di partire in ritardo per questa stagione e puntiamo a metterci al pari delle altre realtà nazionali del settore nella stagione 2013-2014. I nostri obiettivi sono ambiziosi ma c'è tutta la volontà e l'impegno per raggiungerli". Tra i progetti della nuova direzione artistica c'è anche quello di valorizzare al massimo le tante realtà artistiche locali, alcune anche di caratura nazionale e internazionale. Per far questo il Luglio musicale istituirà una sorta di albo in cui saranno censiti gli artisti, le associazioni, le compagnie locali "per avere - nelle parole dell'avvocato Bosco - un'interlocuzione più facile e precisa con questo mondo e favorire l'emergere dei talenti locali". Gianfranco Iannuzzo si è detto entusiasta dell'incarico affidatogli e "orgoglioso di poter spendere il buon nome del Luglio musicale e di Trapani sulla ribalta artistica nazionale e internazionale". Una nomea, quella della città e dell'Ente, che consentirà, già a partire da questa stagione, di ottenere la presenza di attori e produzioni di calibro e di proporre anche alcune produzioni originali, specie nell'ambito della stagione lirica estiva. Si comincia, come dicevamo in apertura, con il musical, scritto dagli ex Pooh Stefano D'Orazio e Roby Facchinetti, "Viva Zorro" che ha già riscosso successo in molti teatri italiani tra cui il Sistina di Roma. Il 14 febbraio sarà la volta di Sebastiano Lo Monaco che interpreterà "Il berretto a sonagli" di Pirandello a cui seguirà, il 20 febbraio, il "Cyrano di Bergerac" di cui è interprete e regista Alessandro Preziosi, volto noto anche agli spettatori del piccolo e grande schermo. Gianfranco Iannuzzo si proporrà in scena il 13 marzo con lo spettacolo "Cercasi tenore" per la regia di Giancarlo Zanetti. Il 9 aprile Pippo Pattivina sarà "L'avaro" di Moliere. La stagione si chiude il 21 aprile con l'unico spettacolo di danza in cartellone che segna il ritorno a Trapani della Spellbound Dance Company ne "Le Quattro stagioni" con le coreografie di Mauro Astolfi. "Puntiamo a far diventare il Luglio musicale l'Anno musicale trapanese - ha affermato il sindaco Damiano - e a proporre una stagione articolata che restituirà dignità alla programmazione durante tutto il corso dell'anno". La meta è quella di essere in grado di confezionare, con l'anticipo necessario, i cartelloni delle varie stagioni in modo da assicurare la loro pubblicizzazione sia tra il pubblico trapanese, sia tra i turisti che sceglieranno di visitare Trapani anche per la sue proposte culturali.  Tra le collaborazioni già avviate, punto di forza - secondo Iannuzzo - di questo nuovo corso del Luglio, c'è quella con il teatro "Al Massimo", che consentirà di vedere anche sulla piazza trapanese alcuni degli spettacoli in cartellone a Palermo, e con il Conservatorio musicale "Scontrino" di Trapani. Segnali di "disgelo", come li ha definiti l'avvocato Bosco, anche nei rapporti tra l'Ente e l'associazione Amici della Musica di Trapani, dopo le "incomprensioni, non dipendenti dall'attuale amministrazione". Una stagione confezionata con cura ma che deve, necessariamente, tenere conto delle esigenze di risparmio imposte dal budget di cui il Luglio musicale dispone: 430mila euro che provengono dal Comune e 270mila euro stanziati dalla Provincia regionale. "In tempi come gli attuali e considerando i 100mila euro di debiti pregressi che ci tocca onorare anche per quest'anno - ha sottolineato Bosco - il fatto che vengano garantite somme pari a quelle delle passate stagioni è già una notizia positiva". Da segnalare, in ultimo, l'istituzione di borse di studio che beneficeranno dei fondi - circa 6.0o0 euro - che l'Ente avrebbe dovuto versare come socio del Consorzio universitario trapanese, debito abbonato da quest'ultimo, che consentiranno di erogare somme nei prossimi cinque anni a giovani particolarmente meritevoli in campo artistico.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie