Trapani Oggi

Il Ministro Lamorgese a Palermo: "Sugli incendi non c'è una regia occulta che lega i roghi" - Trapani Oggi

Cronaca

Il Ministro Lamorgese a Palermo: "Sugli incendi non c'è una regia occulta che lega i roghi"

15 Agosto 2021 15:41, di Redazione
visite 1123

Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica quest'anno a Palermo

Il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, ha presieduto, nella prefettura di Palermo, la tradizionale riunione del 15 agosto del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica che quest'anno si svolge a Palermo. Incendi, Migranti, fondi del Recovery tra le problematiche esaminate.

Per quanto riguarda gli incendi che in queste settimane hanno devastato la Sicilia, il ministro ha ribadito "Non ci sono evidenze di una regia occulta che lega i roghi che sono scoppiati in varie regioni. Certamente occorre una cultura volta a preservare l'ambiente e il territorio". Poi il grazie ai sindaci della Sicilia per l'impegno profuso nell'accoglienza sui migranti. "Quando ho scelto Palermo per la riunione del Comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica ho pensato che era il periodo pù intenso di arrivi di flussi migratori. Non ho voluto nascondermi, ho voluto metterci la faccia e ho ritenuto di dover essere vicino a una terra di primo approdo dei migranti che merita rispetto e ringraziamento per tutte le attività che i sindaci si trovano a dover affrontare".

Rispetto all'anno precedente da agosto 2020 a luglio 2021 sono sbarcati in Italia 49.280 migranti, il 128 % in più dell'anno precedente. I minori non accompagnati sono stati 7.843 (+155,26%). Gli scafisti arrestati sono stati 147.

Altro argomento  i fondi del Recovery. "Abbiamo parlato delle risorse del Pnrr - ha detto il ministro. Dobbiamo stare sempre più attenti perchè non ci sia un'infiltrazione nell'economia legale e perchè l'azione di contrasto alla mafia vada perseguita e il ministero dell'Interno l'ha rafforzata. Abbiano stipulato un protocollo d'intesa con l'Associazione nazionale costruttori edili dando la possibilità all'Ance di consultare la Banca nazionale antimafia del ministero affinchè possano verificare i profili dei propri partner".

Da agosto 2020 a luglio 2021 poi sono state uccise 105 donne, il 38% degli omicidi volontari. Rispetto all'anno precedente c'è un calo del 13,9%. Gli omicidi compiuti dal partner o dall'ex sono stati 62. Le denunce per stalking sono state 15.989 e il 74% ha come vittime le donne.

Nei primi sei mesi del 2021 sono stati minacciati 110 giornalisti. Di questi 55 hanno ricevuto minacce via web. Nel primo semestre del 2020 erano stati 99. La regione dove ci sono state più denunce è il Lazio (26), seguito da Sicilia (16), Lombardia (13), Campania (10) e Calabria (7).

Sempre secondo il dossier del Viminale dall'agosto 2020 al luglio 2021 in Italia è stata denunciata la scomparsa di 17.156 persone e di queste 8593 sono state ritrovate. I minori scomparsi sono stati 10.505 di cui 4208 ritrovati.

Presente alla riunione del comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza pubblica di oggi: il capo di stato maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli; il comandante generale dell'Arma, Teo Luzi; il comandante generale della guardia di finanza, Giuseppe Zafarana; il capo della polizia, Lamberto Giannini; il direttore generale del Dis, Elisabetta Belloni; il capo del Dap, Bernardo Petralia; il capo dipartimento libertà civili e immigrazione, Michele Di Bari; il capo dipartimento dei vigili del fuoco, Laura Lega; il capo della protezione civile, Fabrizio Curcio; il comandante generale delle capitanerie di porto, Nicola Carlone; il sottosegretario, Nicola Molteni. Oltre al prefetto di Palermo, Giuseppe Forlani, hanno partecipato anche il procuratore a Palermo, Francesco Lo Voi, il sindaco Leoluca Orlando e il presidente della Regione Nello Musumeci.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie