Trapani Oggi

Immigrazione clandestina, fermato presunto scafista - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Immigrazione clandestina, fermato presunto scafista

18 Aprile 2016 14:06, di Ornella Fulco
visite 466

E'accusato di favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina il sudanese Ahmad Abdallah, 23 anni, fermato ieri dagli agenti della sezione cri...

E'accusato di favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina il sudanese Ahmad Abdallah, 23 anni, fermato ieri dagli agenti della sezione criminalità straniera della Squadra Mobile di Trapani in collaborazione con militari della Guardia di Finanza di Trapani. Il giovane è giunto in città lo scorso 12 aprile tra i 740 migranti sbarcati dal pattugliatore "Ubaldo Diciotti" della Guardia Costiera italiana al molo Isolella. E' indagato in concorso con altri soggetti attualmente non ancora identificati. I numerosi testimoni ascoltati hanno fornito descrizioni in sostanza sovrapponibili del migrante che aveva condotto l’imbarcazione in legno sulla quale erano partiti dalle coste libiche alla volta della Sicilia. I migranti hanno anche riferito di aver pagato, per il viaggio centinaia di Dinari ad intermediari dell’organizzazione libica. Secondo le testimonianze raccolte con l'ausilio di mediatori culturali Ahmad Abdallah aveva pilotato il natante dalle coste libiche fino al momento del soccorso e si era poi disfatto del telefono satellitare - con il quale, aveva contattato prima i faccendieri libici e successivamente chiesto i soccorsi - nascondendolo all’interno della borsa di una delle donne presenti sull'imbarcazione. L'apparecchio era stato rinvenuto dai militari della Guardia Costiera dopo il recupero dei migranti e sequestrato. Abdallah è stato posto in stato di fermo e, al termine delle formalità di rito, condotto alla Casa circondariale di Trapani a disposizione dell’autorità giudiziaria procedente. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trapani, condividendo le risultanze investigative, ha convalidato oggi il fermo, disponendo nei confronti del giovane sudanese la misura della custodia cautelare in carcere.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie