Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 19 Ottobre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

In attesa che sul ring voli l'asciugamano di resa - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Sport
Trapani

In attesa che sul ring voli l'asciugamano di resa

20 Giugno 2019 15:10, di Salvatore Morselli
De Simone e Baglio, separati in casa
Sport
visite 2592

Resiste come un pugile suonato, resta al suo posto e non cede.
Ieri sera aveva fatto sapere che entro mezzogiorno di oggi avrebbe lasciato la guida del Trapani Calcio, ma sino ad ora ancora non molla.
Maurizio De Simone, amministratore delegato del Trapani Calcio, nonostante sia sempre più solo, abbandonato da chi aveva chiamato a supportarlo, in primis il presidente Baglio, contestato dai tifosi, che hanno organizzato un happenning davanti la sede societaria, non lascia.
Continua a trattare su più fronti la vendita della società granata incurante del preliminare firmato con il finanziere romano Giorgio Heller, che di per sé sarebbe già vincolante, annunciando l’interessamento di altre cordate.
Ma chi? In queste ore rispunta il campano Agnello ( ricordate? Si, proprio lui, quello che aveva sottoscritto l’acquisto con Morace ma non con la Ustica Lines) che si sarebbe detto pronto a rilevare il tutto e con la liquidità necessaria per un buon campionato di B. Nel frattempo sono apparse e scomparse cordate campane, spagnole ( per fortuna non “mamma li turchi”…) che se non fosse che si sta giocando con la passione dei tifosi e con l’immagine di una città, ci sarebbe da ridere.
Ora, pare ( anzi PARE) che De Simone si sia fatto convinto e che stia per mollare. Nessuno saprà mai su che cifra si sta trattando, ma di certo c’è che quella che è una vicenda sportiva, con tifosi appassionati, giocatori ed allenatore di grande professionalità che hanno conquistato la B nonostante la società fosse allo sbando, sia diventata solo una questione di VILE denaro.
Sul Trapani c’è chi vuole guadagnarci (e, detto francamente, nel momento in cui rischi euro tuoi, ci sta) ma quello che è inconcepibile è che lo si sta facendo sul filo del rasoio di una tempistica che rischia di fare iscrivere la squadra in serie B fuori tempo massimo. Di fatto, uccidere il Trapani Calcio. Ma nella malaugurata ipotesi che ciò avvenisse, bisognerebbe identificare chi se ne gioverebbe, perché se non il diretto esecutore di questo crimine, di sicuro ne sarebbe il mandante. 
 

© Riproduzione riservata

Commenti
In attesa che sul ring voli l'asciugamano di resa
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie