Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 15 Giugno 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Incandela non cambia versione. La madre chiederà scusa in chiesa alla comunità - Trapani Oggi

0 Commenti

5

4

1

0

0

Testo

Stampa

Sport
Trapani-Erice

Incandela non cambia versione. La madre chiederà scusa in chiesa alla comunità

20 Aprile 2013 12:40, di Redazione
Incandela non cambia versione. La madre chiederà scusa in chiesa alla comunità
Sport
visite 325

Dopo l'arresto del figlio, Antonio Incandela, assassino reo confesso del parroco di Ummari don Michele Di Stefano, la madre Rosa avrebbe espresso l'intenzione di "chiedere scusa" alla comunità di Ummari. La donna dovrebbe leggere una messaggio nel corso della messa celebrata domani nella chiesa "Gesù, Giuseppe e Maria" di borgo Livio Bassi. Lo ha detto  ai cronisti il marito della donna, e padre dell'arrestato, Giacomo Incandela. Ieri mattina, dinanzi al gip di Trapani Antonio Cavasino, si è svolto l'interrogatorio di garanzia di Antonio Incandela, accusato di omicidio volontario aggravato. L'uomo ha confermato la sua versione dei fatti, secondo cui non intendeva uccidere l'anziano sacerdote ma dargli solo una lezione. Intanto, gli abitanti di Ummari e Fulgatore, paese dove padre Michele è stato parroco per oltre 40 anni, si dividono sull'opportunità che Rosa Calcara chieda scusa in chiesa ai propri concittadini per l'omicidio compiuto dal figlio. Su Facebook c'è chi - come scrive Letizia - si augura che le comunità dei due paesi "stiano vicine alla famiglia continuando a mettere in pratica quello che padre Michele ha seminato" e c'è chi, come Angela, commenta: "Povera donna, dopo tutto anche l'umiliazione di chiedere scusa per aver un figlio così". Scrive Rosaria: "Qualcuno che conosce bene la famiglia, la inviti a desistere! Solo ed esclusivamente lui deve vergognarsi di quello che ha fatto, non davanti a noi ma davanti a Dio" mentre Elisabetta commenta: "Forse la signora Rosa ha deciso di fare così, per liberarsi di un macigno e non farsi schiacciare da questo orrendo dolore, io credo che questa donna abbia un coraggio incredibile va sostenuta e abbracciata". Antonina conclude: "Mi auguro che la signora Rosa sia accompagnata dalle Forze dell'Ordine e da un padre spirituale e che la comunità interpreti questo gesto cristianamente. Non so chi sarà il prete presente, lui può vietare che in chiesa entrino fotocamere. Mi chiedo quanti di noi sentiamo il bisogno di chiedere scusa per tutte le volte che siamo stati a guardare i drammi altrui. E' una riflessione che dobbiamo fare, sia cristiani che non".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings