Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 31 Marzo 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Incendio Calampiso, ha funzionato la macchina organizzativa - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

1

1

Testo

Stampa

Cronaca
San Vito Lo Capo

Incendio Calampiso, ha funzionato la macchina organizzativa

13 Luglio 2017 13:06, di Salvatore Morselli
Incendio Calampiso, ha funzionato la macchina organizzativa
Cronaca
visite 482

Foto Facebook Mentre si stanno spegnendo gli ultimi focolai del terribile incendio che ieri ha messo in pericolo la struttura di Calampiso e la stessa vita dei villeggianti e dei lavoratori, si tirano le somme di quanto avvenuto. Il Villaggio necessita di interventi strutturali. Diverse tubazioni della rete idrica sono danneggiate, la fuliggine ha avvolto i bungalow e le villette. Ancora stamane qua e là sono segnalati residui di incendi, ma la mancanza di alberi e sterpaglia, ormai purtroppo quasi completamente distrutti, impediscono che possa riattizzarsi il fuoco. La giornata di ieri, nella sua drammaticità, ha comunque messo in evidenza il perfetto funzionamento della macchina di intervento. In una nota della Prefettura si sottolinea come “ Per il coordinamento delle operazioni di spegnimento dell’incendio di vaste proporzioni divampato nella mattinata di oggi nel Comune di San Vito Lo Capo – località Sauci Piccolo e Sauci Grande - il Prefetto di Trapani, Dottor Giuseppe Priolo, ha attivato immediatamente l’unità di crisi costituita in Prefettura con il Viceprefetto Dott.ssa Di Lisi, il Vice Prefetto Dott.ssa Mancuso, il SUES118, le Forze dell’Ordine, la Protezione Civile Regionale, i Vigili del Fuoco, la Capitaneria di Porto ed il Corpo Forestale della Regione”. La nota prosegue evidenziando come “ Le operazioni di spegnimento, rivelatesi complesse e articolate, hanno interessato anche il villaggio turistico di Calampiso i cui ospiti sono stati evacuati via mare. Si stima che nel villaggio fossero presenti circa 780 di cui 707 trasportate via mare, grazie al supporto fornito da varie unità navali e imbarcazioni private, al molo di San Vito Lo Capo. Tutti gli ospiti evacuati, risultati in buone condizioni di salute tranne qualche persona sottoposta alle cure mediche per sospetta intossicazione da fumo, sono stati temporaneamente accolti e rifocillati presso edifici scolastici dello stesso Comune. Sono intervenute sul posto diverse squadre e mezzi dei Vigili del Fuoco, della Forestale, delle Forze dell’Ordine, della Capitaneria di Porto. E’ stato risolutivo per lo spegnimento dell’incendio l’intervento di un Canadair e di un elicottero”. Allarkme comunque non cessato, visto che “ L’attività dell’unità di crisi, che si mantiene in costante contatto con le sale operative degli Enti che vigilano l’area interessata, proseguirà fino a cessate emergenze. Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco - a seguito di verifica - ha accertato che non sussistevano le condizioni di sicurezza per il rientro degli ospiti nel villaggio per cui molte persone hanno deciso di interrompere la vacanza e di ritornare nelle città di provenienza. Tutte le forze in campo hanno operato in condizione di estrema difficoltà in considerazione che uomini e mezzi sono stati impegnati già nei giorni precedenti in numerosi interventi di spegnimento su più fronti di incendi che hanno interessato in particolare vaste zone del Comune di Castellammare del Golfo, con l’evacuazione in via precauzionale degli abitanti delle zone coinvolte”. Sin qui la Prefettura. Una nota di merito va al sindaco di San Vito Lo Capo Matteo Rizzo che, intuendo la enorme gravità della situazione, ha allertato quanti, proprietari di barche e gommoni, erano nella città chiedendo loro di intervenire e, via mare, evacuare Calampiso mettendo in sicurezza i villeggianti e quanti lavorano nella struttura. Una operazione perfettamente riuscita come riuscito, e lo evidenziava la Prefettura, il lavoro di accoglienza e di assistenza agli sfollati. Il sindaco sio è detto soddisfatto per la “ gara di generosità e coraggio cui ha partecipato tutta la cittadinanza ma anche i turisti che si sono messi a disposizione degli ospiti di Calampisu creando una catena della solidarietà che ha evitato danni alle persone”. Rizzo ha anche rivolto un “ grazie di cuore soprattutto alla marineria sanvitese e ai diportisti che hanno portato in salvo le persone con le loro imbarcazioni”. Un’ emergenza gestita al top dall’Amministrazione comunale, con la creazione di un centro di accoglienza presso le scuole medie dove sono state portate acqua e bevande. Poi, i ristoratori hanno portato il vitto. Una operazione che ha fatto sentire Rizzo : “orgoglioso dei miei concittadini, tutti hanno contribuito volontariamente e gratuitamente, e i turisti hanno molto apprezzato questi sforzi”. Finita la paura, resta la rabbia per quanto avvenuto e la voglia, irrefrenabile, di cercare e trovare gli artefici di questo misfatto che ha sfregiato la Natura e messa a repentaglio la vita di tanta gente la cui colpa è quella di volersi rilassare, i turisti, o di essere al lavoro, i dipendenti.

© Riproduzione riservata

Commenti
Incendio Calampiso, ha funzionato la macchina organizzativa
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings