Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 06 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Ingroia lascia il Libero Consorzio comunale - Trapani Oggi

0 Commenti

5

3

1

1

0

Testo

Stampa

Politica
Trapani

Ingroia lascia il Libero Consorzio comunale

31 Ottobre 2014 20:28, di Niki Mazara
Ingroia lascia il Libero Consorzio comunale
Politica
visite 332

“Siamo riusciti, nonostante la riduzione delle risorse, a realizzare tagli per cinque milioni di euro, a fronte di una gestione quantomeno allegra, se non politico-clientelare, che ha spesso rappresentato le amministrazioni provinciali del passato”. Questo il bilancio, relativo alla sua attività come commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Trapani, tracciato da Antonio Ingroia nel corso di un incontro tenuto oggi, ultimo giorno del suo incarico, con la stampa. I tagli hanno riguardato principalmente le società partecipate. “Alcune – ha detto il commissario – sono state letteralmente un buco nero nei bilanci della Provincia”. Un altro dei settori dove sono stati effettuati tagli consistenti è stato quello delle scuole. “La Provincia – ha spiegato Ingroia – pagava ogni anno per gli affitti tre milioni e settecentomila euro. Una cifra enorme. Abbiamo rilasciato alcuni immobili accorpando alcune scuole mentre, in altri casi, abbiamo avviato trattative con i proprietari per un drastico abbattimento dei canoni di locazione”. Ingroia ha annunciato che il Libero Consorzio verserà 400mila euro a sostegno del Polo Universitario. “Non è stato possibile fare analoghi sforzi per altri enti", ha detto il commissario.  Ingroia ha sottolineato di aver dato la disponibilità per un contributo straordinario di 100mila euro a favore della Biblioteca Fardelliana, "ma - ha riferito - il sindaco di Trapani, Vito Damiano, mi ha risposto in modo sostanzialmente sprezzante, non manifestando alcuna disponibilità a rinunciare all’azione giudiziaria avviata nei confronti del Libero Consorzio, quindi ho ritirato la disponibilità. Ci affronteremo in giudizio”. L'incarico di commissario straordinario del Libero Consorzio comunale di Trapani e di commissario liquidatore e amministratore unico della società Sicilia E-Servizi erano stati, nei giorni scorsi, dichiarati incompatibili dall'Autorità Anticorruzione che aveva invitato il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, a contestare senza ritardo allo stesso Ingroia la causa di incompatibilità. La motivazione su cui si è fondata la valutazione dell' Anticorruzione sta nel fatto che la carica di Ingroia al Libero Consorzio comunale di Trapani è da considerarsi una carica politica assimilabile a quella di presidente di una Provincia regionale, perché l'ente esercita le stesse funzioni di governo.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings