Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 04 Aprile 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Insultato e minacciato l'animalista Enrico Rizzi - Trapani Oggi

0 Commenti

13

1

1

1

1

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Insultato e minacciato l'animalista Enrico Rizzi

23 Settembre 2016 18:06, di Ornella Fulco
Insultato e minacciato l'animalista Enrico Rizzi
Cronaca
visite 607

E' dovuto ricorrere alle cure dei sanitari del Pronto Soccorso dell'ospedale "Sant'Antonio Abate" di Trapani, l'animalista Enrico Rizzi, presidente del Nucleo operativo italiano tutela animali, vittima, ieri sera, di un'aggressione. Rizzi, in qualità di "ausiliario di polizia giudiziaria" era intervenuto, insieme ad agenti del Corpo Forestale, presso un'abitazione in via Castelvetrano dove era stata segnalata la presenza di un cane confinato da giorni su un piccolo balcone. Alla vista degli uomini in divisa e di Rizzi una donna, sorella della padrona dell'animale, ha cominciato - si legge nella nota stampa del Noita - ad insultare e minacciare pesantemente Rizzi, rifiutandosi - su richiesta degli agenti - di fornire i propri documenti e chiamando al telefono la sorella e il cognato per avere manforte. Secondo quanto riferito dall'esponente animalista, la padrona del cane avrebbe pronunciato le frasi: "Io a te ti sgozzo come un capretto, ti brucio la macchina... non ti faccio più campare... Ora informo gli amici di San Giuliano che già ti conoscono". A questo punto la donna avrebbe sferrato un pugno - che ha colpito Rizzi alla testa - e diversi calci mentre l'uomo lo colpiva alla schiena con una stampella. Sul posto è intervenuta anche una pattuglia della Volante. Rizzi è stato costretto a ricorrere alle cure dei medici del Pronto Soccorso che gli hanno riscontrato contusioni al capo, all'addome e sulla schiena mentre i tre soggetti sono stati condotti in Questura per essere identificati. Rizzi ha sporto denuncia nei loro confronti.

© Riproduzione riservata

Commenti
Insultato e minacciato l'animalista Enrico Rizzi
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings