Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 02 Agosto 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Interconnessione Italia-Tunisia. “Terna Incontra” i cittadini per spiegare il progetto - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Attualità
Partanna

Interconnessione Italia-Tunisia. “Terna Incontra” i cittadini per spiegare il progetto

20 Luglio 2021 16:11, di Redazione
Interconnessione Italia-Tunisia. “Terna Incontra” i cittadini per spiegare il progetto
Attualità
visite 651

Il 27 luglio un “Terna Incontra” digitale con i cittadini di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, sul ponte energetico invisibile tra Italia e TunisiaL’opera collegherà la stazione elettrica di Partanna con una stazione corrispondente nella penisola di Capo Bon, in Tunisia
Il prossimo 27 luglio alle 17 Terna presenterà ai cittadini di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna gli esiti della consultazione pubblica sul nuovo collegamento Italia – Tunisia, il ponte energetico invisibile che collegherà i due grandi sistemi elettrici di Europa e Africa.
A causa delle limitazioni imposte dal Covid-19, l’azienda organizzerà un “Terna Incontra” in modalità digitale.
Il progetto
Il nuovo collegamento elettrico tra Italia e Tunisia metterà in comunicazione la stazione elettrica di Partanna (in provincia di Trapani) con una stazione corrispondente, nella penisola tunisina di Capo Bon.
Con una potenza di 600 MW sarà realizzato in corrente continua e inserito nelle Rete elettrica nazionale attraverso una Stazione di conversione da corrente continua in alternata. Questa sarà realizzata lontano dall’abitato, a fianco della stazione elettrica esistente a Partanna, con architetture e colori in sintonia col paesaggio e circondata da una barriera naturale di alberi.
Da Partanna si arriverà alla costa con un cavo interrato che percorrerà strade esistenti lasciando inalterati ambiente e paesaggio, incluse le zone costiere di approdo.
Dall’approdo italiano il cavo sottomarino, dopo 200 chilometri, raggiungerà la costa tunisina attraversando il Canale di Sicilia. Studi marini-ambientali permetteranno di definire il miglior tracciato nel rispetto dei fondali e degli ecosistemi.
L’attenzione al territorio e all’ambiente è un punto fermo per Terna e anche questo progetto unisce risposte tecniche al minimo impatto possibile.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings