Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 22 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Internet e turismo: un canale per la Sicilia da sfruttare sempre più - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Internet e turismo: un canale per la Sicilia da sfruttare sempre più

25 Luglio 2019 12:57, di staff
Internet e turismo: un canale per la Sicilia da sfruttare sempre più
visite 287

Internet ha pacificamente invaso le nostre vite tanto da riuscire ad entrare in qualsiasi aspetto delle stesse. Basti pensare al mondo del lavoro, profondamente cambiato proprio grazie all’utilizzo della rete. Uno dei settori maggiormente colpiti da tale rivoluzione è il turismo. Oggi, infatti, pensiamo, organizziamo e prenotiamo i nostri viaggi grazie alla rete. Internet è così importante per questo settore che, secondo uno studio di Google Travel, il 74% dei viaggiatori pianifica i propri viaggi su Internet, mentre solo il 13% continua a rivolgersi alle agenzie di viaggio. Se ci viene voglia di fare un viaggio, andiamo online, cerchiamo le destinazioni più economiche da raggiungere e siamo pronti per partire.Uno dei principali protagonisti di questo binomio vincente è lo smartphone. Questo è indubbiamente il protagonista del nuovo modo di viaggiare. È diventato la nostra guida turistica, la nostra agenzia di viaggi, il miglior localizzatore di ristoranti, la “cartina” per orientarsi ed ovviamente anche per giocare nei momenti di relax grazie ad app ed a siti specializzati come NetBet e tanto altro ancora. È al nostro fianco per tutto il percorso di acquisto. Secondo TripAdvisor, infatti, il 45% degli utenti usa il proprio smartphone per tutto ciò che riguarda le vacanze. Questo è il motivo per cui è necessario adattare i servizi e le comunicazioni che offriamo, a questi dispositivi. 
Ad esempio, KLM ha già creato un servizio di informazioni per i passeggeri che utilizzano Facebook Messenger. Questo sistema, una volta effettuata una prenotazione, invia all'utente le informazioni relative al proprio biglietto tramite Facebook Messenger, la carta d'imbarco e gli aggiornamenti in tempo reale sullo stato del volo acquistato. In questo modo l'utente ha tutte le informazioni necessarie a portata di mano utilizzando un'app che già aveva ed evitando di dover scaricare app aggiuntive.
Il nostro Paese è pieno di posti da poter visitare, come la Sicilia. Terra incantevole ed intensa che sta crescendo sempre più dal punto di vista turistico. In Sicilia, nel 2018, si è registrato un aumento dei flussi turistici rispetto all’anno precedente del 2,9 per cento sia in termini di arrivi (oltre 140 mila in più) che di presenze (oltre 430 mila pernottamenti in più), consolidando la ripresa che si era manifestata negli anni precedenti. Le presenze risultano in crescita negli esercizi alberghieri (+1,5 per cento), ma soprattutto in quelli extra-alberghieri (+8,9%).
In quest’ultima tipologia di esercizi, il numero degli arrivi è cresciuto del 6,5 per cento e le presenze arrivano a 3 milioni (+8,9 per cento sul 2017) mentre un milione e 100 mila sono gli arrivi (+6,5 per cento), con una permanenza media di 2,9 notti. Negli esercizi alberghieri, invece, le presenze sfiorano i 12 milioni e gli arrivi si assestano a oltre 3 milioni 800mila. In media la permanenza negli alberghi si conferma pari a 3,1 notti per cliente. Le presenze dei clienti italiani nell’Isola sfiorano i 7 milioni 500 mila, in lieve flessione rispetto al 2017 (-0,3 per cento). Un andamento particolarmente positivo riguarda la componente non residente: gli arrivi crescono del 6,7 per cento e le presenze del 6,3 per cento rispetto al 2017. In particolare, le presenze dei clienti stranieri aumentano soprattutto nel settore extra-alberghiero (+13,6 per cento a fronte del +4,8 per cento negli alberghi). In controtendenza rispetto al 2017, nel corso del 2018 gli stranieri superano, in termini di presenze, gli italiani (7,6 milioni le presenze dei non residenti e 7,4 quelle dei residenti). Il numero medio di notti trascorse negli esercizi ricettivi per ogni arrivo (la permanenza media), è pari a 3 notti per cliente, stabile sia per la componente della clientela domestica (da 2,8 notti, come nel 2017) e sia per quella estera (3,3 notti come nel 2017). La permanenza è in media più lunga per gli stranieri che per i nostri connazionali (3,3 contro 2,8 notti per cliente).
Come la tecnologia può aiutare ancor di più la Sicilia con il turismo?
Con la realtà aumentata, ad esempio. Sempre più aziende la utilizzano per mostrare agli utenti l’esperienza che andranno a fare, dalla cabina di una nave da crociera al trasportarli, per alcuni secondi, in Sicilia e sulle spiagge siciliane. Oggi è possibile "teletrasportarsi" negli angoli più remoti del pianeta senza scendere dal divano.
Ma non è tutto, anche gli assistenti virtuali possono essere molto utili. Magari per conoscere com’è il tempo a Palermo. Si sta iniziando ad arruolare questo tipo di "aiuto" negli hotel, grazie all'arrivo di assistenti virtuali appositamente progettati per questo ambiente. 
IBM ha recentemente lanciato Watson Assistant, un assistente virtuale basato su AI che crea un'esperienza interattiva e personalizzata per i consumatori. Open technology che si può impiegare e adattare ai bisogni dei singoli clienti, cambiando nome, da Watson per esempio al nome dell’hotel specifico. 

© Riproduzione riservata

Commenti
Internet e turismo: un canale per la Sicilia da sfruttare sempre più
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie