Trapani Oggi
Trapani Oggi

Martedì, 07 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Intimidazione a Damiano, i messaggi di solidarietà - Trapani Oggi

0 Commenti

4

1

1

1

4

Testo

Stampa

Politica
Trapani

Intimidazione a Damiano, i messaggi di solidarietà

16 Dicembre 2014 15:36, di Niki Mazara
Intimidazione a Damiano, i messaggi di solidarietà
Politica
visite 631

“Siamo vicini al sindaco senza se e senza ma, al di là degli schieramenti partitici e delle affinità politiche. Qui si rischia di trasformare la normale dialettica in una violenza che non ha alcun senso e nessuna giustificazione”. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio comunale, Peppe Bianco, dopo aver appreso la notizia del danneggiamento, avvenuto la notte scorsa, dell'auto del sindaco Vito Damiano a cui sono state tagliate le quattro gomme. “Non sappiamo - prosegue Bianco - a cosa sia da addebitare questo gesto delinquenziale, ma quale che sia la motivazione di chi vilmente ha agito nell’ombra, non potrà mai avere giustificazione”. Il consiglio si augura, inoltre, che al più presto, i responsabili possano essere assicurati alla giustizia". Solidarietà al primi cittadino di Trapani è stata espressa anche dal segretario comunale del Pd, Francesco Brillante: "Apprendo questa mattina di un atto vandalico subito dal sindaco Damiano - scrive in una nota diffusa alla stampa - e della (consequenziale?) rimozione della Sfinge dal centro storico. Sottolineo tutta la solidarietà mia e del Pd nei confronti del sindaco, e la totale indignazione verso ogni opera di intimidazione o violenza in qualsiasi forma si manifesti. Purtroppo, v'è anche da dire che vige ormai un diffuso senso di indolenza nei confronti di tutto ciò che promana da questa amministrazione. Il giudizio negativo, la mai raggiunta adeguata comunicazione tra sindaco e collettività, porta sempre più ad un disamoramento di ogni cosa riconducibile all'Amministrazione comunale. Prima dell'orgoglio, prima dei consiglieri comunale, prima degli assessori e dei processi, è proprio prendendo atto di un tale contratto sociale ormai disfatto, che il primo cittadino dovrebbe prendere dovute iniziative. Le polemiche ed il disprezzo misto a dileggio che ha accompagnato l'iniziativa "Magico villaggio di Natale" ne sono la conferma. Un plauso a chi si è speso e si spenderà per questa città, ma a Trapani, ora più che mai, perché si intraveda la luce in fondo al tunnel occorre al più presto cambiare verso". Anche il segretario generale della Cgil di Trapani, Filippo Cutrona, e il coordinatore delle Camere del lavoro di Trapani, Salvatore Castronovo, hanno commentato l'accaduto: "“Questi vili atti intimidatori – hanno detto – ci lasciano profondamente indignati. Al sindaco esprimiamo solidarietà con l'auspicio che si possa fare presto luce sull'accaduto e rintracciare gli autori di questo gesto delinquenziale”. Per il gruppo consiliare del Pd, composto da Enzo Abbruscato, Ninni Passalacqua e Nino Grignano, “qualsiasi atto pensato e compiuto per impaurire l’azione delle istituzioni va censurato, a prescindere da chi le rappresenta. I cittadini trapanesi non accettano di tornare indietro nel tempo”. Fiducia nei confronti delle forze dell’ordine “per assicurare alle patrie galere chi si è reso protagonista di tale scellerato atto”. Anche il Comitato "Trapani Viva & Civile" ha diffuso una nota in cui "esprime solidarietà al sindaco Vito Damiano e condanna il vile gesto subito da quest'ultimo nella notte. Tanti scontri abbiamo avuto in passato e tanti altri forse ancora ne avremo, ma riteniamo che il tutto vada fatto sempre nel rispetto delle buone regole del vivere civile e sopratutto del rispetto delle istituzioni. La volgarità, le offese gratuite, la rabbia incontrollata e l'atto intimidatorio di questa notte, da cui prendiamo le distanze offendono e denigrano più chi le fa che chi le riceve". Anche la sezione trapanese della FIAB, per mano del suo responsabile Renato Alongi, si è così espressa: "Appreso del grave e vigliacco atto intimidatorio perpetrato nei confronti del Sindaco di Trapani, Generale Vito Damiano, la FIAB di Trapani - Federazione Italiana Amici della Bicicletta, esprime vicinanza e massima solidarietà al primo cittadino". Aggiornamento ore 18 “Esprimiamo, a nome dell’AnciSicilia, solidarietà al sindaco di Trapani per la grave intimidazione subita”. Lo hanno detto Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale dell’Associazione dei comuni siciliani, dopo aver appreso che, questa mattina, Vito Damiano ha trovato la sua auto con le ruote squarciate. “Sono sempre inaccettabili episodi come questo - aggiungono Orlando e Alvano - che mirano a condizionare l’operato dei pubblici amministratori che operano in una terra difficile come la nostra. Ci auguriamo che magistratura e forze dell’ordine facciano al più presto luce su quanto avvenuto, assicurando alla giustizia i responsabili”. "Ho appreso stamani, durante i lavori in commissione Ambiente all'Ars, del vile atto ai danni del sindaco Vito Damiano. Un gesto esecrabile, criminale e da condannare - ha affermato il deputato regionale Girolamo Fazio -. Nessuna ragione può giustificare una azione di questo genere che, oltre ad amareggiare chi l'ha ricevuto, avvelena la democrazia e rischia di far passare in secondo piano il legittimo dissenso e l'opposizione nei confronti di questa amministrazione. Trovo greve l'accusa, da taluni rivolta genericamente - conclude Fazio - che tale gesto vile e criminale nei confronti del sindaco trovi origine nella animosità verbale di quanti dissentono dalle censurabili condotte di questa amministrazione. Anche il segretario generale della Uil Trapani, Eugenio Tumbarello, ha espresso la propria solidarietà al sindaco di Trapani Vito Damiano: "Nel condannare il vile atto intimidatorio – ha affermato - desidero esprimere la mia vicinanza al primo cittadino trapanese. Mi auguro che le forze dell'ordine possano, al più presto, fare luce sull'accaduto". Sulla vicenda è intervenuto anche l’onorevole Paolo Ruggirello: “Non deve diventare insana abitudine il gesto intimidatorio nei confronti degli amministratori”, ha dichiarato il parlamentare regionale che prosegue: “Da rappresentante del Parlamento siciliano – conclude Ruggirello – esprimo tutta la mia vicinanza e il mio supporto a tutti quegli amministratori che con forza portano avanti un’attività politica trasparente, che tristemente può infastidire qualcuno. E allo stesso modo esprimo la mia solidarietà a tutta la popolazione in grande difficoltà per questo insopportabile periodo di crisi economica. Ma chiedo a tutti di resistere e di stare uniti, di non lasciarsi prendere dalla disperazione perchè lo sforzo congiunto di tutti possa  lasciare presto alle spalle questa fase così negativa”. “L’atto, che non ha giustificazione alcuna – affermano i componenti del gruppo consiliare di Forza Italia – questo è il risultato del clima pesante che si respira in città, alimentato anche da chi senza alcuna voglia di fare, ha solamente l’intento di discreditare tutto e tutti”. Aggiornamento ore 23 Il sindaco delle Egadi, Giuseppe Pagoto, ha espresso "solidarietà, a nome proprio e dell’Amministrazione che rappresenta, al primo cittadino di Trapani, Vito Damiano, che la scorsa notte ha subito il danneggiamento dell’automobile personale, episodio che rappresenta un reato spia del clima di avversione nei confronti delle istituzioni politiche locali. L'auspicio è che le forze dell'ordine individuino i responsabili del grave gesto, e che non venga a mancare mai il civile confronto di idee, scadendo nella violenza e nell’illegalità". "Noi, promotori del Comitato Salviamo la Fardelliana - si legge nella nota diffusa alla stampa - esprimiamo la nostra solidarietà al sindaco Vito Damiano, nonché presidente della Biblioteca Fardelliana, per il grave atto intimidatorio subito ai suoni danni nelle scorse ore. Gesti simili non possono non testimoniare di un degrado morale e quindi anche culturale insito in questo territorio. Degrado culturale che si combatte con la tutela di quelle realtà, come la Biblioteca Fardelliana, che sono, in questa nostra terra, ormai in poche a fare da baluardo di civiltà e sapere. Ribadendo la vicinanza al sindaco, che si è mostrato sempre presente e attivo nella salvaguardia della Fardelliana, ci auguriamo che tali vigliaccherie non abbiano a ripetersi e che il tessuto cittadino, insieme alle istituzioni, possa contribuire dal basso all'affermazione dei valori che informano il vivere civile e la civile dialettica che è fatta di proposte coraggiose e non di vigliacchi atti vandalici o intimidatori".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings