Trapani Oggi

Intimidazione sindaco Damiano, De Santis: "Atto mafioso" - Trapani Oggi

Trapani | Video

Intimidazione sindaco Damiano, De Santis: "Atto mafioso"

16 Dicembre 2014 13:29, di Ornella Fulco
visite 640

"Da due giorni una rabbia ingiustificata - che nulla ha a che vedere con la critica democraticamente accettabile - ha diffuso in città un clima fertil...

"Da due giorni una rabbia ingiustificata - che nulla ha a che vedere con la critica democraticamente accettabile - ha diffuso in città un clima fertile per episodi di tale gravità che non esitiamo a definire mafiosi e che non sono certo frutto di valutazioni estetico-culturali, su cui si potrebbe ampiamente discutere, bensì di precisa volontà intimidatoria". Il consigliere delegato del Luglio Musicale, Giovanni De Santis interviene con una nota e, successivamente, con una conferenza stampa convocata d'urgenza a palazzo De Filippi, dopo la notizia del danneggiamento della vettura del sindaco Damiano avvenuto stanotte. "A meno che non si voglia sostenere che chi ha tagliato le gomme dell'automobile del sindaco sia estremo 'portavoce' di un semplice malcontento e non il braccio di menti che sull'intimidazione e sul ricatto - prosegue De Santis - hanno da sempre fondato quella che sostengono essere azione politica". "Noi continuiamo a confidare in quanti, pur non condividendo le scelte operate dall'attuale gestione del Luglio Musicale, sono estranei a tali meccanismi deviati". "Quelle a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni sono azioni indegne di una città che molti sostengono di amare ma che, invece, vogliono solo tenere strettamente legata ad inquietanti logiche del passato". "Appena appresa la notizia avevo deciso di rimuovere le installazioni egizie e di farle trasportare alla villa margherita - ha precisato il consigliere delegato - ma, adesso, chiedo alla città di dirci cosa vuole che si faccia. Tanta gente ci sta dicendo di non darla vinta. Allora lancio un appello, dato che si parla di partecipazione dei cittadini ai processi decisionali, i cittadini trapanesi ci dicano cosa fare".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie