Trapani Oggi

La comunità di Calatafimi in preghiera per Salvatore Spatafora - Trapani Oggi

Calatafimi | Cronaca

La comunità di Calatafimi in preghiera per Salvatore Spatafora

08 Giugno 2024 06:35, di Laura Spanò
visite 15433

Il giovane ieri è rimasto coinvolto in un incidente stradale gravissimo

Salvatore Spatafora, 30 anni, di Calatafimi, fotografo, cameram, centauro, ciclista, è rimasto coinvolto ieri mattina in un terribile incidente lungo la statale 113 quasi nei pressi della città di Alcamo, mentre si trovava in sella alla sua moto. Una macchina gli ha improvvisamente tragliato la strada e Salvatore è volato rovinosamente sulla strada.

Dopo un primo intervento medico, in elisoccorso è stato trasferito d'urgenza al Civico di Palermo, la prognosi è riservata. Da ieri tutta la comunità di Calatafimi si è stretta alla famiglia Spatafora che in queste ore si trova vicino a Salvatore.

Ieri sera poi moltissimi giovani e meno giovani si sono ritrovati insieme nel piazzale della chiesa nuova per un momento di raccoglimento. Insieme hanno creato un unico grande cuore di luce per dare forza a Totò e alla sua famiglia in questo momento difficile sostenendoli in questo momento con forza e con la presenza.

La cronaca di ieri...

Quella di oggi sarebbe dovuta essere una giornata speciale per Salvatore Spatafora, fotografo, cameramen, centauro, appassionato di ciclismo e amante di viaggi. Il trentenne di Calatafimi, oggi avrebbe dovuto immortalare con la sua macchina fotografica e con la sua telecamera, il “si” della sorella Sara che doveva sposarsi. Ieri mattina invece Salvatore è rimasto coinvolto in un gravissimo incidente sulla strada che da Calatafimi conduce ad Alcamo. Il giovane era in sella alla sua moto e stava quasi per raggiungere la città di Alcamo, lo seguiva in macchina il padre, Paolo Spatafora pure lui fotografo, quando attorno alle 10,30 un'automobile con a bordo un uomo, ancora per cause da accertare, gli ha tagliato improvvisamente la strada, da destra verso sinistra, facendo volare Salvatore rovinosamente sulla strada. Un impatto violentissimo quello subito dal centauro. Scattato immediatamente l'allarme sul posto è arrivata una ambulanza del 118, la polizia municipale e i carabinieri. Per un momento si è temuto il peggio. Così come racconta lo zio del giovane, Francesco Gruppuso (sindaco di Calatafimi) “quando sono arrivati i sanitari sul posto, non si sentiva più il polso di Salvatore, ma due medici di primo soccorso, straordinari, sono riusciti a farlo riprendere, e non li ringrazieremo mai abbastanza. Salvatore è forte, è un leone e sta combattendo, non si arrenderà facilmente lo conosciamo”. Nel frattempo viste le condizioni del paziente era stato già allertato l'elisoccorso per un ricovero immediato al Civico di Palermo, dove Salvatore al momento è ricoverato e lotta per farcela, accanto a lui ha la sua famiglia. Dopo sarà ricoverato a Villa Sofia per via delle numerose fratture che presenta sul corpo. Al momento la prognosi sulla vita è riservata. Intanto c'è una indagine in corso viene effettuata dalla polizia municipale di Alcamo, e dallo stesso comandante Ignazio Bacile presente sul luogo del sinistro. Sono stati sentiti i testimoni e fotografati i mezzi. Ora si cerca di capire la causa di quell'improvvisa manovra del conducente dell'automobile che ha tagliato la strada alla moto. Forse una disattenzione dell'automobilista, ma sarà l'indagine ad accertarlo.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie