Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 25 Luglio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

La "stalla della Madonna" diventa una sala convegni - Trapani Oggi

0 Commenti

5

0

0

0

1

Testo

Stampa

Cultura
Istruzione

La "stalla della Madonna" diventa una sala convegni

18 Febbraio 2013 19:38, di Redazione
La "stalla della Madonna" diventa una sala convegni
Cultura
visite 1002

Sarà inaugurata domani la nuova sala convegni - anticamente denominata "Stalla della Madonna" - del Santuario della Madonna di Custonaci. La sala è intitolata al commendatore Carmelo Solina Quartana. A seguito di un’elargizione testamentaria, infatti, lo spazio, un tempo destinato ai muli ed ai cavalli dei  pellegrini, è diventato una sala convegni dotata di tutti i servizi. Alle 18.30 sarà celebrata la messa, officiata dall’Amministratore apostolico della Diocesi di Trapani monsignor Alessandro Plotti, e, a seguire, si svolgerà la cerimonia di scopertura della lapide commemorativa da parte della famiglia Quartana. L’evento rinsalda il legame devozionale, in linea con la rivalorizzazione del culto nei territori dell’antico Monte San Giuliano, tra la Madonna di Custonaci e le famiglie ericine. Nel caso specifico dei Quartana la devozione prende vita, in maniera significativa, durante il XIX secolo. In particolare già nel 1842 i fratelli Quartana coprirono le spese della realizzazione della porta principale - oggi laterale - del Santuario e nel 1846 quelle per l’acquisto di due grandi tavoli per il refettorio. Un Quartana-Augugliaro fu amministratore dei beni del Santuario mariano. Antonino Burgarella Quartana, per ben tre edizioni (1865-1880-1893) scrisse le relazioni alle "cavalcate dei personaggi" per il secondo giorno della Festa della Madonna di Custonaci ad Erice. Nell’ultimo mercoledì di agosto la famiglia Quartana era solita festeggiare, con lo sparo imponente di fuochi d’artificio, il passaggio della Sacra Immagine davanti l'abitazione di Porta Trapani in Vetta. Nel 1931 Francesca Burgarella, vedova Quartana, si fece carico della realizzazione dell’inferriata che chiude frontalmente il sagrato del Santuario.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings