Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 05 Aprile 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Lavoro nero nelle campagne, scoperti dodici casi - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca
Trapani

Lavoro nero nelle campagne, scoperti dodici casi

03 Ottobre 2018 09:45, di Ornella Fulco
Lavoro nero nelle campagne, scoperti dodici casi
Cronaca
visite 3135

I militari della Guardia di Finanza di Trapani hanno scoperto, nel corso di appositi controlli nel settore dell'Agricoltura, dodici lavoratori in nero, di cui due presenti irregolarmente sul territorio italiano, e un caso di indebita 
percezione di indennità di disoccupazione. Le verifiche sono state effettuate in vigneti nelle campagne tra Petrosino e Marsala e, in un caso, erano impegnati a raccoglierle l'uva quattro lavoratori di origine nigeriana, di cui due muniti di permesso di soggiorno e due no. Il titolare dell’azienda agricola, oltre ad essere 
segnalato all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Trapani per l’applicazione delle relative 
sanzioni amministrative, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Marsala per il 
reato di occupazione di manodopera clandestina previsto dall’art. 22, comma 12, del D.lgs. 286/98.
Altri due lavoratori in nero, di nazionalità rumena, sono stati scoperti in un vigneto, nel territorio di Campobello di Mazara, appartenente ad un imprenditore individuale che è stato segnalato all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Trapani.
Sei lavoratori a nero sono stati scoperti in un’azienda  vitivinicola di Partanna. Tra questi anche un giovane di nazionalità tunisina, ma nato in Italia, che aveva da poco dichiarato all’INPS di essere disoccupato presentando apposita istanza per ottenere la cosiddetta NASpI (Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego), ossia l’indennità mensile spettante ai lavoratori subordinati che hanno perso involontariamente l’occupazione. 
Laddove non sia il nuovo datore di lavoro a comunicare l’assunzione, spetta al beneficiario dell’indennità  segnalare all’Istituto previdenziale l’avvio di una nuova attività lavorativa per consentire la sospensione 
dell’erogazione.
Il “finto” disoccupato è stato segnalato all’INPS per la revoca immediata dell’indennità fruita.

© Riproduzione riservata

Commenti
Lavoro nero nelle campagne, scoperti dodici casi
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings