Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 02 Agosto 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Le contraddizioni sulla pesca nel Mediterraneo e i problemi per la marineria di Mazara - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

1

0

Testo

Stampa

Cronaca
Mazara del Vallo

Le contraddizioni sulla pesca nel Mediterraneo e i problemi per la marineria di Mazara

20 Giugno 2021 09:54, di Redazione
Le contraddizioni sulla pesca nel Mediterraneo e i problemi per la marineria di Mazara
Cronaca
visite 752

Solo venerdì il Sindaco di Mazara Salvatore Quinci appresa la notizia del Decreto che eroga i contributi per i pescatori ribadiva ...«Arriva il Decreto che eroga i contributi per i pescatori, i loro familiari e le imprese di pesca nei casi di sequestro in alto mare da parte di forze straniere dal Ministro  delle Politiche Agricole e Forestali, Stefano Patuanelli. E proprio oggi ho appreso dalla voce stessa del Sottosegretario con delega alla Pesca, Francesco Battistoni, che lo stesso ha predisposto un equo indennizzo per le imbarcazioni che pescano gambero di fondo a cui è stato vietato da un giorno all’altro di pescare nella acque del Tirreno nelle GSA 9,10 e 11. Esprimo grande soddisfazione e riconoscenza personale, e da parte della Marineria di Mazara del Vallo per la sensibilità mostrata e la capacità espressa in questi momenti di grande difficoltà per il comparto pesca nel Mediterraneo. Continuiamo con impegno la nostra azione di confronto con il Governo Centrale per definire misure di sostegno e modelli di sviluppo per il settore della Pesca della nostra città».Ieri però si è appreso che il ministero ha bloccato la pesca del Gambero rosso, e a Mazara del vallo scoppia la protesta. Il problema interessa anche cinque pescherecci mazaresi che da alcuni anni pescano una specie pregiata di gambero rosso e viola nel mar Tirreno. «L’Ue e lo Stato italiano ci stanno di fatto vietando la pesca del gambero rosso nel Mediterraneo. Siamo sull’orlo del fallimento». Monta così la protesta fra la marineria di Mazara del Vallo a seguito del progressivo restringimento degli areali di pesca internazionali; ciò non riguarda soltanto il Mediterraneo centrale, vedi il caso Libia dove frequenti sono i sequestri, e quello orientale dove la Grecia ha esteso la territorialità delle acque fino a 25 miglia e i pescherecci mazaresi subiscono pure aggressioni da imbarcazioni turche anche a colpi di pietre mettendo a rischio l’incolumità dei marinai.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings