Trapani Oggi

Leonardo Carpinteri accoglie RE:WORK: il progetto di OAMC debutta da MODES Milano - Trapani Oggi

Leonardo Carpinteri accoglie RE:WORK: il progetto di OAMC debutta da MODES Milano

23 Marzo 2022 15:06, di eros santoni
visite 380

MODES Milano si dimostra sempre sul pezzo: l'ormai noto flagship di Piazza Risorgimento ha infatti accolto, in occasione della Milano Fashion W

MODES Milano si dimostra sempre sul pezzo: l'ormai noto flagship di Piazza Risorgimento ha infatti accolto, in occasione della Milano Fashion Week, il nuovissimo progetto RE:WORK del marchio OAMC. La speciale presentazione della capsule collection, basata interamente su capi upcycled, non è di certo passata inosservata nella capitale italiana della moda e ha già fatto parlare molto di sé. Ancora una volta dunque, il flagship di MODES a Milano ha ospitato un'installazione unica nel suo genere e Leonardo Carpinteri si è dimostrato un grande interprete delle trasformazioni che stanno attraversando il settore fashion al giorno d'oggi.

Come ha dichiarato lo stesso Aldo Carpinteri, MODES è sempre alla ricerca di collaborazioni con artisti e designer che abbiano lo scopo di promuovere la creatività. Ospitare il progetto RE:WORK di OAMC è stato dunque un piacere, anche perché questo è un brand che gli stessi fondatori del marchio sottolineano di apprezzare moltissimo. Non solo: è lo stesso messaggio veicolato dalla capsule collection ad essere condiviso da MODES, che ha già dimostrato di avere a cuore tematiche quali la sostenibilità ambientale. 

RE:WORK: il progetto di OAMC punta tutto sulla sostenibilità: Il progetto RE:WORK di OAMC è interamente incentrato sull'arte dell'upcycling ossia del riciclo, del riuso di capi che anziché essere scartati vengono reinventati, interpretati in un'ottica completamente nuova. La prima collezione di OAMC, presentata da MODES Milano, si concentra in particolare sull'estetica militare e vede capi del passato prendere nuova vita, aggiornarsi alla luce delle ultime tendenze moda e diventare intriganti, accattivanti, unici e moderni al tempo stesso. Questo è un progetto che merita di essere valorizzato, proprio perché si basa su una filosofia di fondo che vede nel riuso e nel riciclo delle potenzialità enormi, nell'ottica di una maggiore sostenibilità che investe anche il settore moda. 
D'altronde, dobbiamo riconoscere che per OAMC l'upcycling ha sempre avuto un ruolo chiave: gli appassionati ricorderanno sicuramente la collezione “Peacemaker” che ha potuto contare tra l'altro su collaborazioni con Supreme e Fragment Design. Con il progetto RE:WORK il concetto viene adesso elevato all'ennesima potenza, puntando interamente su capi riciclati.

RE:WORK: l'installazione nel flagship di MODES Milano Ad ospitare la prima capsule collection di OAMC è stato proprio il flagship di MODES di Piazza Risorgimento, diventato ormai un vero e proprio punto di riferimento per i fashion addicted. Uno spazio in cui la creatività prende forma e vengono proposti, di volta in volta, progetti frutto del genio artistico di deigner d'eccezione. La presentazione della capsule collection di OAMC è avvenuta il 24 febbraio, in occasione della Milano Fashion Week e non si poteva trovare momento migliore. Il lancio ha visto una installazione in-store e su visual color color block ispirate al concept, nonché un'installazione floreale di Sachiko Ito con fiori secchi, paglia ed erbe essiccate.

A completare il tutto, la proiezione sullo schermo del video RE:WORK in cui erano illustrate tutte le fasi della realizzazione dei capi ed un dj set di Piotr Niepsuj. 
Come sempre dunque, la presentazione presso MODES Milano si è rivelata un evento in grande stile che non è passato inosservato. 

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie