Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 23 Aprile 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

L'ex segretario della Fillea Cgil sul "caso" Andrea Bulgarella - Trapani Oggi

0 Commenti

4

1

0

3

0

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

L'ex segretario della Fillea Cgil sul "caso" Andrea Bulgarella

26 Ottobre 2015 13:02, di Niki Mazara
L'ex segretario della Fillea Cgil sul "caso" Andrea Bulgarella
Attualità
visite 461

Con una nota diffusa alla stampa, l'ex segretario provinciale della Fillea Cgil, Giovanni Burgarella, interviene sulla vicenda riguardante l'imprenditore Andrea Bulgarella, attualmente indagato dalla Procura della Repubblica di Firenze perchè ritenuto vicino ad ambienti mafiosi riconducibili al boss latitante Matteo Messina Denaro. Nei suoi confronti i carabinieri del Ros hanno eseguito un provvedimento di perquisizione e sequestro di documenti sulla base delle accuse di riciclaggio e truffa, aggravati dalla modalità mafiosa, insieme ad altre undici persone. Il sindacalista, per anni impegnato in denunce e attacchi all'infiltrazione della mafia nel settore degli appalti e dei lavori pubblici che lo hanno anche costretto a spostarsi sotto scorta, ha scritto una lettera nella quale afferma di sentire "il dovere morale, essendo stato per anni un sindacalista della Fillea Cgil che ha operato proprio a Trapani negli anni in cui Andrea Bulgarella era qui un costruttore edile, di testimoniare la mia esperienza, proprio in ragione del fatto che le cose che leggo sui giornali sono contraddette dai fatti di cui sono stato testimone diretto". Burgarella ricorda che "la presenza della mafia nel settore edile a Trapani era un dato di fatto". Ma, prosegue, "non posso tacere che, mentre in tutti i cantieri la mafia imponeva un suo controllore, ovvero un uomo di fiducia che stava lì senza far niente, ma comunque a esercitare una forma di controllo assai eloquente, nei cantieri di Bulgarella questo non avveniva. Non solo, era noto a tutti che proprio nei cantieri di Bulgarella lavoravano figli di appartenenti alle forze dell'Ordine". "Sono abituato per cultura personale - prosegue l'ex segretario della Fillea Cgil - a essere schietto, e sopratutto a essere coerente e a dire la verità anche quando questa può apparire scomoda o inopportuna, come in questo caso. Ecco perchè sento il dovere di dire pubblicamente chi è l'Andrea Bulgarella che ho conosciuto io, ovvero il contrario di quello che le ipotesi degli investigatori dipingono. Mi sono detto: possibile che l'imprenditore che ho conosciuto io, che si rifiutava di sottostare alle regole mafiose negli appalti pubblici sia adesso diventato tutto il contrario? Confesso che sono disorientato, ma non posso tacere quello che io ho visto e verificato sul campo da lavoratore prima e da sindacalista dopo. Non posso, per amore della verità e della mia esperienza di sindacalista della Cgil a Trapani, non manifestare incredulità rispetto a una indagine da cui viene fuori un Andrea Bulgarella dipinto al contrario di quello che ho conosciuto".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings