Trapani Oggi

Liberty Lines annuncia l'acquisto di 9 nuove navi - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Liberty Lines annuncia l'acquisto di 9 nuove navi

22 Aprile 2022 18:44, di Redazione
visite 3214

Entreranno in linea tra il 2023 e il 2026

La compagnia armatoriale Liberty Lines ha firmato un contratto con il cantiere spagnolo Armon per la costruzione di 9 unità veloci ibride che entreranno in linea tra il 2023 ed il 2026. L’accordo prevede anche una opzione per la costruzione di ulteriori 9 unità in consegna tra il 2027 ed il 2030.

Le innovative caratteristiche tecniche delle navi sono il risultato di oltre 2 anni di intensa collaborazione tra gli uffici tecnici della Liberty Lines, il cantiere Armon, il gruppo Rolls Royce per la parte propulsiva, il RINA ed i progettisti australiani della Incat Crowther.

Queste nuove commesse sono l’espressione della volontà della Liberty Lines di
investire, nonostante il contesto di incertezza del mercato, nel rinnovo della flotta in
chiave sostenibile. Un investimento che mira, in coerenza con la mission aziendale, ad
offrire ai propri passeggeri il piĂą alto grado di qualitĂ  possibile ed a ridurre al minimo
l’impatto ambientale anticipando i tempi verso un futuro a zero emissioni.

Le nuove imbarcazioni saranno le prime unità veloci HSC hybrid ad ottenere la classe RINA Green Plus; saranno equipaggiate con due motori principali MTU-Rolls Royce, alimentati sia in modo tradizionale che a propulsione elettrica, che permetteranno di entrare, sostare ed uscire dai porti ad emissioni zero, consentendo alle unità di navigare a ben 8 nodi in modalita “full electric” ed a oltre 30 nodi in modalita di crociera.

L’importante passo innovativo comprende anche la concezione dei nuovi motori che saranno compatibili per l’uso ad idrogeno, rendendo Liberty Lines la prima società di navigazione veloce al mondo dotata di una flotta H2 ready.

Le speciali batterie utilizzate dalle nuove unità, si ricaricheranno durante la fase di crociera grazie all’ausilio dei motori principali. In caso di lunghi periodi di stazionamento in porto, le unità saranno predisposte per il cold ironing che permetterà, oltre alla ricarica, anche il mantenimento in funzione dei servizi della nave.

I nuovi mezzi, inoltre, saranno dotati di un sofisticato impianto di trattamento dei gas di scarico, costruito dalla Rolls Royce e denominato SCR (Selective Catalytic Reduction), che consentirà anche in regime di crociera un drastico abbattimento delle emissioni inquinanti, con una diminuzione dell’8% di CO2, del 62% di fuliggine e del 83% dei Nox rispetto ai dati dell’attuale naviglio veloce e che permetterà a queste nuove unità di essere conformi all’IMO Tier III, stringente regolamento sulle emissioni ancora non in vigore nel mediterraneo.

Giovanni Barresi - presidente Liberty Lines

“La nostra azienda – dichiara Giovanni Barresi, Presidente della Liberty Lines- anticipando i tempi, estende il piano di investimenti economici fino al 2030 per nuovi importanti traguardi, sia per accelerare il passaggio alla navigazione a emissioni zero che per continuare a garantire la massima qualità ed il livello di attenzione sui servizi. ll design ibrido delle nuove navi consentirà di superare gli standard imposti dalle attuali normative che regolamentano le emissioni per mare. La propulsione ibrida permetterà alla nostra flotta, nelle fasi di utilizzo a bassa velocità per le manovre di stazionamento all’ormeggio , di utilizzare motori elettrici alimentati da speciali
batterie. In questo modo verrà escluso l’utilizzo dei motori a combustione interna, sia per la parte propulsiva che per la parte di generazione elettrica dei servizi della nave,azzerando completamente le emissioni gi gas di scarico e le emissioni acustiche quando la nave sosta in porto e dunque in prossimità dei centri abitati.

Paolo Moretti, CEO RINA Services

“Con questo ordine –dichiara Paolo Moretti, CEO RINA Services -, Liberty lines
dimostra rispetto per il mare e per le persone. La costruzione di un legame solido con
la comunità che questi mezzi serviranno non può prescindere dalla protezione
dell’ambiente e della costa. I nuovi HSC potranno manovrare in porto grazie
all’energia pulita prodotta dalle batterie a bordo, ma saranno anche già pronti per il
prossimo step, l’alimentazione a idrogeno. Siamo orgogliosi di essere parte di questo
lungimirante progetto in cui ritroviamo lo stesso principio seguito da RINA: investire
oggi per un futuro piĂą sostenibile. Infatti, non solo questi mezzi saranno in classe RINA,
ma avranno l’innovativa notazione addizionale di classe “H2 ready” assegnata a mezzi
che sono già pronti per utilizzare l’idrogeno come combustibile”.

Denise Kurtulus, Vice Presidente Global Marine della business unit Power
Systems di Rolls-Royce

“Siamo estremamente orgogliosi di questa partnership con Liberty Lines ed Armon –
dichiara Denise Kurtulus, Vice Presidente Global Marine della business unit Power
Systems di Rolls-Royce
- relativa alla costruzione di nuove unitĂ  eco-sostenibili. Questo
progetto rafforza la duratura collaborazione con Liberty Lines e si allinea
perfettamente all’interno del programma NetZero di Rolls-Royce. La nostra azienda ha
in programma di rilasciare i propri motori mtu serie 2000 e 4000 per renderli compatibili con l’uso di combustibili sostenibili già entro il 2023. L’utilizzazione da parte della flotta Liberty Lines del nostro sistema di propulsione ibrido, insieme al sistema di trattamento dei gas di scarico SCR dimostra chiaramente l’impegno verso l’ambiente della azienda armatoriale e Rolls-Royce, in qualità di fornitore di soluzioni integrate, è felice di supportare Liberty Lines nella esecuzione della relativa strategia".

Liberty Lines, fondata e con sede a Trapani, è una delle più grandi società al mondo di
navigazione veloce per numero di mezzi HSC in flotta ed impiega piĂą di 600 persone.
Con una flotta di piĂą di 30 unitĂ  veloci attualmente impiegati nei collegamenti tra la Sicilia e le isole minori, Trieste e la Costa Istriana e la Croazia, Liberty Lines gestisce ogni anno piĂą di 18.000 partenze, per piĂą di 1 milione di miglia percorse e piĂą di 2 milioni di passeggeri trasportati.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie