Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 17 Maggio 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

L'opposizione chiede la eliminazione di indennità e le riprese video delle sedute consiliari - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

20

5

Testo

Stampa

Perugia

L'opposizione chiede la eliminazione di indennità e le riprese video delle sedute consiliari

20 Agosto 2013 11:51, di Niki Mazara
L'opposizione chiede la eliminazione di indennità e le riprese video delle sedute consiliari
visite 400

Con due diverse mozioni di indirizzo i consiglieri comunali Gianni Basiricò, Vita Alba Adamo e Francesca Lorena Asta (questa ultima vice presidente del consiglio comunale) hanno chiesto la eliminazione di indennità e le riprese video delle sedute consiliari. Nel primo caso, facendo seguito alle “ dichiarazioni rilasciate dal consigliere Maria Grazia Fodale in rappresentanza del Gruppo PD, (in seno all'attuale maggioranza) nel corso del primo consiglio comunale”. I tre evidenziano come le indennità di funzione degli Amministratori di questo Ente risultano essere le seguenti: Indennità lorda mensile Sindaco: € 3.529.27. Indennità lorda mensile Vicesindaco: € 1.941,54, Indennità lorda mensile Assessori e Presidente del Consiglio: € 1.588,17, Gettone di presenza: € 34,79. La motivazione della richiesta nasce dal fatto che “ quello attuale è un momento di profonda crisi economica, che a a seguito della diminuzione dei trasferimenti erariali, i Comuni sono in difficoltà nella quadratura del bilanci, che in un contesto di progressiva riduzione dei trasferimenti statali assegnati ai Comuni e di conseguente ulteriore prelievo fiscale sulla popolazione residente, anche gli Amministratori comunali dovrebbero coerentemente disporre una riduzione delle indennità dagli stessi percepite, in una logica di "sacrificio" comune, volto ad assicurare se non cifre sostanziali per il mantenimento di servizi indispensabili per la collettività, almeno un atto di riavvicinamento solidale alle famiglie e ai propri concittadini, con grande beneficio dell'immagine della classe dirigente del paese e, di conseguenza, azione di riavvicinamento alla popolazione. I tre sottolineano come “ è ampiamente richiesto dalla popolazione ed è auspicabile che le prime spese ad essere tagliate siano i "costi della politica, che fare politica deve essere inteso come "servizio". Nella seconda mozione viene auspicata la ripresa video delle sedute Consiglio Comunale. Il tutto deve avvenire mediante la “ stipula con una emittente locale, di un contratto avente per oggetto la ripresa e la messa in onda di tutte le sedute consiliari”, avviando “ una ricerca di mercato tra le emittenti locali al fine di contenere le relative spese, e/o in alternativa, permettere, previa adozione di tutte le misure tecnicamente richieste, la possibilità di seguire le sedute consiliari via internet, attraverso il sito del Comune stesso”. Due proposte senza dubbio interessanti ed in linea con “il sentire comune” ma che comunque sembrano, ad un primo impatto, di opposta lettura. Se si deve tagliare per destinare le somme a opere ed interventi di comune interesse ( operazione più che condivisibile) dall'altro si andrebbe a spendere denaro pubblico per riprese delle sedute del consiglio comunale che, come ben noto da chi ha avuto modo di vedere analoghe iniziative in altri comuni, interessa poche decine di persone. Più interessante e meno onerosa la trasmissione via web delle sedute del consiglio che ,dalla loro, hanno anche il vantaggio di poter essere viste e riviste ogni qual volta si vuole scaricando i file dal web.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings