Trapani Oggi

Luglio Musicale: si avvicina la resa dei conti - Trapani Oggi

Trapani | Attualità

Luglio Musicale: si avvicina la resa dei conti

17 Aprile 2014 18:22, di Niki Mazzara
visite 436

E' stato definito ieri, dal Consiglio di amministrazione del Luglio Musicale Trapanese, il progetto di Bilancio relativo all'esercizio 2013 che ha reg...

E' stato definito ieri, dal Consiglio di amministrazione del Luglio Musicale Trapanese, il progetto di Bilancio relativo all'esercizio 2013 che ha registrato un utile di 144.000 euro (prima delle imposte). Entro la fine di aprile l'Assemblea dei soci sarà chiamata a deliberare anche sull'adozione dell'azione di responsabilità nei confronti dei precedenti amministratori dell'Ente. Nella nota diffusa alla stampa il Consigliere delegato, avvocato Gino Bosco, sottolinea l'inopportunità dell'investimento - effettuato a suo tempo - di 700.000 euro per l'acquisto di Palazzo Lucatelli che "poteva meglio essere diretto, ad esempio, all'acquisizione del cine/teatro Ideal e trasformarlo nel Piccolo Teatro Quotidiano della città e per le scuole ovvero poteva essere diretto a completare il teatro comunale presso il Conservatorio Scontrino". L'azione di responsabilità dovrà tenere conto anche "del possibile conflitto di interessi tra venditore e compratore in danno del Luglio e del mancato concreto accantonamento del fondo TFR che l'attuale management ha, invece, accantonato per gli esercizi 2012 e 2013 con apposito contratto con le Generali Assicurazioni" tramite economie realizzate nel corso dell'attuale gestione. L'Assemblea straordinaria dovrà anche occuparsi del futuro dell'Ente che si trova "ad una storica, difficoltosa svolta, costretto a prendere atto di una infelice e penalizzante legislazione regionale", quella che ha abolito con ritardo le Province regionali causando, secondo il Consigliere delegato, "gravi incertezze, impossibilità di programmazione, danni evidenti al mondo della cultura siciliana e trapanese". Decidere se e come proseguire l'attività, "comunque da legare ad una nuova governance dell'Ente", sarà compito - scrive l'avvocato Bosco nella sua nota - dell'attuale proprietà del Luglio che "saprà ponderare le notevoli difficoltà legislative ed economiche incombenti in raffronto ad una tradizione storica e culturale che, nel corso del 2013, è stata fortemente recuperata come mai prima d'ora". "Se l'assetto economico dell'Ente fosse rimasto immutato - conclude il Consigliere delegato - il 2014 avrebbe consentito un'analoga Stagione Aurea e una diminuzione dell'impegno degli enti condotanti (ndr. Comune e Provincia di Trapani) per almeno 100.000 euro annui". E sulla istituenda Commissione di indagine sul Luglio da parte del Consiglio comunale, l'avvocato Bosco si dice favorevole perchè "consentirà di far emergere pubblicamente e con la desiderata chiarezza" aspetti della gestione dell'Ente "divulgati fino ad oggi al di fuori dei canali istituzionali aziendali per il rispetto della riservatezza che deve accompagnare ogni buon amministratore".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie