Trapani Oggi
Trapani Oggi

Mercoledì, 13 Novembre 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

"Maestri d'Arte e Mestiere", Gaspare Cusenza tra i premiati - Trapani Oggi

0 Commenti

6

0

0

3

2

Testo

Stampa

Attualità
Valderice

"Maestri d'Arte e Mestiere", Gaspare Cusenza tra i premiati

09 Giugno 2016 16:52, di Niki
"Maestri d'Arte e Mestiere", Gaspare Cusenza tra i premiati
Attualità
visite 346

C'è il valdericino Gaspare Cusenza tra coloro che, lo scorso 6 giugno, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, hanno ricevuto i premi “MAM – Maestro d’Arte e Mestiere”, promossi dalla Fondazione Cologni Mestieri d’Arte in collaborazione con ALMA, la Scuola internazionale di Cucina italiana. Un riconoscimento ai maestri d’arte – “artefici della bellezza italiana” – che si sono distinti per eccellenza in diversi campi dell’artigianato artistico, spaziando dalla ceramica alla gioielleria, dalla pietra e arredo ai metalli, dalla meccanica al mosaico, dalla pelletteria alla stampa d’arte al restauro, dai mestieri del teatro al tessile all'enogastronomia. Questa prima edizione - la seconda è prevista per il 2018 - ha visto premiati 75 professionisti "che si sono distinti per particolari meriti professionali e per l’attività svolta in favore della trasmissione del sapere", selezionati da oltre 40 esperti protagonisti del mondo dell’alto artigianato e dell’enogastronomia. Tra i premiati, con personaggi del calibro dello scenografo Dante Ferretti e della costumista Franca Squarciapino, anche Gaspare Cusenza dell'azienda "Cusenza Marmi" di Valderice. Insieme a lui solo un altro siciliano, Giacomo Alessi, premiato per la ceramica. Nato a Valderice nel 1945, Gaspare Cusenza ha iniziato la sua attività nel 1970 aprendo un’azienda artigiana per la lavorazione artistica del marmo proprio nel suo paese natale, nell’area dell’Agro ericino che da diversi secoli vede nell’estrazione e nella lavorazione del marmo una delle principali risorse economiche. Nel 1990, dopo 20 anni di esperienza nel settore, decide di dare una svolta all’attività e assume nella propria bottega il maestro Umberto Craparotta, autentico artista nella lavorazione del marmo e custode delle antiche manualità dei cosiddetti "scalpellini trapanesi". A metà degli anni Novanta si specializza nella realizzazione di cosiddette "copie d’antico", cioè opere eseguite secondo lo stile del Seicento, Settecento e Ottocento. Da questo interesse nasce la ricerca e la riscoperta di antiche tecniche e di antichi materiali caduti in disuso - il diaspro e il giallo antico di Sicilia, la "pietra incarnata" - e rivisita e rielabora il barocco siciliano, specie nell’utilizzo dell’intarsio policromo all’interno delle chiese. Negli anni successivi assume giovani apprendisti per trasmettere tecniche e segreti della lavorazione del marmo, convinto che "la differenza" stia proprio nel valore umano in grado di sfruttare nuove tecnologie per perfezionare la propria sapienza artigianale, con gusto attuale, mantenendo la centralità della mano dell’uomo.

© Riproduzione riservata

Commenti
"Maestri d'Arte e Mestiere", Gaspare Cusenza tra i premiati
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie