Trapani Oggi

Mafia, ecco la voce di Matteo Messina Denaro, che testimonia in un processo [VIDEO] - Trapani Oggi

Castelvetrano | Cronaca

Mafia, ecco la voce di Matteo Messina Denaro, che testimonia in un processo [VIDEO]

12 Agosto 2021 20:59, di Laura Spanò
visite 4914

L'audio è stato fatto sentire dal Tg1

Il Tg1 ha fatto sentire la voce della primula rossa di Castelvetrano il boss Matteo Messina Denaro. L'audio ( Questo video è di proprietà di Rai - (Tg1) www.raiplay.it)  risale al 18 marzo 1993, Matteo Messina Denaro testimonia in un processo per un l’omicidio di Francesco Accardo, avvenuto a Partanna, in provincia di Trapani. Due mesi e mezzo più tardi, nel giugno del ’93, Matteo Messina Denaro sarebbe scomparso dando inizio alla sua latitanza, e proprio in quel periodo ci sarebbero stati gli attentati di Roma, Milano e Firenze.

In tribunale come testimone, a Messina Denaro viene chiesto se ricorda di essere stato interrogato dalla squadra mobile in seguito a un omicidio a Partanna, nel suo mandamento.

"In quel periodo ho fatto decine di interrogatori per ogni omicidio che è accaduto", risponde il boss. In un altro passaggio, Messina Denaro ricorda un episodio: "Stiamo per salire in macchina e l’Accardo mi dice di non prenderla".

Lo scorso ottobre a Matteo Messina Denaro è stato comminato l’ultimo ergastolo, per le stragi di Capaci e Via D’Amelio

Dopo aver fatto ascoltare la registrazione, il Tg1 ha intervistato Federico Cafiero de Raho, Procuratore nazionale antimafia. "Sentire la voce di Messina Denaro è qualcosa di molto importante, tuttavia devo dire che nei suoi confronti le indagini si sviluppano da oltre un ventennio, quindi è evidente che Ros, Polizia e Scico hanno documenti anche sonori idonei a fare comparazioni", ha detto De Raho. "E' impoprtante acquisire questo tipo di documenti per fare confronti - ha aggiunto - Le attività sono enormi, negli ultimi anni sono stati arrestati centinaia appartenenti a cosa nostra" legati al boss "e sono quasi 3 mld di euro i beni sequestrati nell’ambito di questa indagine. E’ una rete enorme che si supporta attraverso elementi appartenenti all’organizzazione e che costituisce la rete di fiducia del latitante".

Questo video è di proprietà di Rai - (Tg1) www.raiplay.it

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie