Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 17 Aprile 2021

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Maltrattava e minacciava la madre, arrestato dai carabinieri di Mazara - Trapani Oggi

0 Commenti

0

0

0

0

0

Testo

Stampa

Cronaca
Mazara del Vallo

Maltrattava e minacciava la madre, arrestato dai carabinieri di Mazara

08 Ottobre 2020 12:07, di Redazione
Maltrattava e minacciava la madre, arrestato dai carabinieri di Mazara
Cronaca
visite 465

La scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Mazara del Vallo e del NOR-Sezione Radiomobile, guidati rispettivamente dal Luogotenente Giaramita e dal Maresciallo Maggiore Fontana, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto un uomo del posto, 47enne, già noto alle forze dell’Ordine, per maltrattamenti in famiglia e minaccia ai danni della anziana madre.Dopo aver ricevuto la richiesta di aiuto da parte della vittima tramite al pronto intervento 112, i militari dell’Arma hanno immediatamente raggiunto il luogo indicato, hanno trovato la donna ancora in evidente stato di agitazione. La vittima che si era rifugiata presso l’abitazione di una vicina, ha
raccontato di essere stata aggredita e minacciata poco prima dal figlio, perché non gli aveva concesso il denaro necessario all’acquisto di sostanza stupefacente.
Una volta entrati nell’abitazione, i Carabinieri hanno trovato l’uomo ancora in preda all’ira che, con atteggiamento minaccioso, inveiva contro la madre opponendo, nel contempo, resistenza contro i militari intervenuti. Quest’ultimi, non reagendo ad alcuna provocazione, sono riusciti a tranquillizzare l’uomo e ad accompagnarlo presso gli Uffici del Comando Compagnia per svolgere ulteriori accertamenti ed evitare eventuali sviluppi negativi.
Dagli accertamenti esperiti nelle immediatezze è emerso che il 47enne non era nuovo a comportamenti del genere. Si era già reso responsabile di ripetute minacce e aggressioni fisiche nei confronti della madre, dalla quale pretendeva di frequente denaro, provocandole uno stato di profonda disperazione.
Data la gravità dei fatti e il pericoloso ripetersi nel tempo delle violenze, concluse le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e posto ai domiciliari a disposizione della competente Autorità Giudiziaria per la successiva udienza di convalida, mentre la donna, dopo essere stata visitata dai sanitari, è stata ospitata presso una comunità del posto.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings