Trapani Oggi

"Mare Sicuro 2024" primi interventi della guardia costiera lungo le coste del trapanese - Trapani Oggi

"Mare Sicuro 2024" primi interventi della guardia costiera lungo le coste del trapanese

16 Giugno 2024 20:06, di Laura Spanò
visite 269

Salvataggi tra Castellammare del Golfo e San Vito Lo Capo

Quattro persone sono state salvate dall’equipaggio di una Motovedetta dell’Ufficio Locale Marittimo di Castellammare del Golfo, altre due in difficoltà sono state aggiunte e tratte in salvo. Questo è il bilancio nel primo fine settimana dopo l’inizio dell’operazione di controllo e vigilanza sul litorale, denominata “Mare Sicuro 2024” scattato ieri e finalizzato alla salvaguardia della vita umana in mare ed alla tutela della sicurezza della navigazione mediante un giornaliero e costante monitoraggio svolto, a terra, con pattuglie automunite ed, a mare, con motovedette e gommoni pneumatici sull’intero litorale di giurisdizione del Compartimento marittimo di Trapani, compreso tra il Comune di Marsala e quello di Alcamo.

Grazie all’immediato e tempestivo intervento dell’equipaggio della motovedetta dislocata presso il porto di Castellammare del Golfo, nel primo pomeriggio sono state effettuate attività di soccorso, salvataggio ed assistenza di bagnanti e diportisti colti, “di sorpresa”, da un improvviso ed inaspettato peggioramento delle condizioni di vento e mare in prossimità della costa compresa tra il Comune di San Vito Lo Capo e quello di Castellammare del Golfo, soprattutto negli specchi

di mare prossimi alla Riserva naturale orientata dello Zingaro.

Il primo intervento alle 16:00 circa, quando alcuni turisti presenti sulla spiaggia antistante la località “Cala Mazzo di Sciacca”, segnalavano la difficoltà a rientrare a riva di un loro amico, intento nell’attività di osservazione del fondale con maschera, pinne e boccaglio (c.d. “snorkeling”), a circa 500 mt. dalla costa. Giunta sul luogo della segnalazione, personale della motovedetta ha localizzato la persona in mare, scortandola in prossimità della riva, raggiunta autonomamente a nuoto ma con la continua presenza dell’unità per monitorare il rientro in sicurezza del bagnante.

La seconda emergenza è stata segnalata poco dopo la fine del primo intervento, quando un diportista a bordo di una canoa comunicava all’equipaggio imbarcato sulla motovedetta che, in località “Punta Leone”, nel Comune di San Vito Lo Capo, aveva notato un gruppo di persone in canoa finite sugli scogli a causa delle forti raffiche di vento improvvisamente incontrate nel corso della rotta seguita in mare. L’equipaggio quindi si dirigeva sul posto, dove localizzava 4 persone sugli scogli, di cui tre in difficoltà, che chiedevano di essere soccorsi e trasportati a terra, questi ultimi venivano immediatamente imbarcati sull’unità e trasferiti, in sicurezza, nel porto di

Castellammare del Golfo. Contemporaneamente, la Sala operativa della Capitaneria di porto di Trapani alle 16:30 riceveva un’ulteriore segnalazione telefonica da parte di due diportisti a bordo di un gommone in navigazione a circa un miglio e mezzo a sud est del porto di San Vito Lo Capo, che si trovavano in difficoltà a causa di forti raffiche di vento e del mare in aumento, avendo già perso l’ancora d’ormeggio e non riuscivano a navigare in sicurezza verso il porto.

Anche per questa emergenza, è partita immediatamente dallo scalo di San Vito Lo Capo un gommone con a bordo i militari della locale Delegazione di Spiaggia, che intercettavano il gommone in difficoltà, appena rientrato all’imboccatura del porto, seguendo poi, l’arrivo in sicurezza, fino all’ormeggio.

Tutte le diverse attività di soccorso ed assistenza descritte portano questa Autorità Marittima a sensibilizzare tutti i diportisti, turisti ed utenti del mare in genere, per consultare, con attenzione, i bollettini meteo e le relative previsioni prima di iniziare le rispettive navigazioni verso le destinazioni desiderate, proprio per evitare impreviste ed inaspettate problematiche causate da condizioni meteomarine precarie od in imminente peggioramento, adottando comportamenti prudenti, con l’obiettivo di prevenire qualsivoglia criticità relativa alla sicurezza della navigazione ed alla salvaguardia della vita umana in mare nonchè per le persone imbarcate sui rispettivi mezzi navali condotti.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie