Trapani Oggi

Mazara. Si è arreso Giuseppe Frasillo, ha rilasciato il figlio di 4 anni - Trapani Oggi

Mazara del Vallo | Cronaca

Mazara. Si è arreso Giuseppe Frasillo, ha rilasciato il figlio di 4 anni

22 Ottobre 2020 21:20, di Laura Spanò
visite 1797

Sono in corso perquisizioni nell'abitazione dell'uomo

L'operazione si è poi conclusa quando l'uomo si è convinto a rilasciare il figlioletto Diego. Giuseppe Frasillo, pregiudicato mazarese, con numerosi precedenti, tra cui tentato omicidio, minacce, estorsioni, si era blindato nella sua casa nel quartiere di “Mazara due”. Sul luogo nel tardo pomeriggio erano giunti anche i Nocs, il reparto speciale della polizia, mentre sin dalla mattina erano presenti il questore Salvatore La Rosa, gli investigatori della Mobile di Trapani, il dirigente e gli agenti del commissariato di Mazara.

Tutto era cominciato attorno alle 9.30, Frasillo aveva avvertito il suo ex avvocato, Anna Alfano di Palermo, su cosa aveva intenzione di fare. La segnalazione è arrivata alle forze dell’ordine attraverso un collega della legale, l’avvocato Maurilio Panci di Palermo. Spulciando i social, gli investigatori avevano trovato anche dei post sul profilo dell'uomo, in cui rivendicava il rapporto con l’ex compagna, frasi che raccontavano di un rapporto ormai finito. Più volte l’uomo, nascosto dietro la grata della sua finestra al primo piano, si è rivolto al capo della Squadra Mobile, Emanuele Fattori, chiedendo di poter parlare con l’ex compagna e di essere pronto al suicidio.

Appena si è convinto a rilasciare il figlio, sono entrati in azione i Nocs per mettere in sicurezza l'abitazione e far uscire l'uomo che già aveva consegnato il fucile e si era arreso. Frasillo dopo l'arresto su disposizione del Pm della Procura di Marsala Roberto Piscitello è stato associato al carcere di Trapani. L’uomo – fratello è di Vincenzo Frasillo, che a gennaio è stato arrestato per aver ucciso la sua compagna, Rosalia Garofalo.

*Aggiornamento** - Il Presidente del Consiglio comunale Vito Gancitano e tutto il Consiglio comunale ringraziano tutte le forze dell’Ordine e gli Assistenti Sociali del nostro comune per la professionalità e l’impegno dimostrato, in occasione dell’episodio che ha visto ieri nel quartiere di “Mazara due” un uomo barricatosi in casa con il figlioletto con le minacce del suicidio. La conclusione positiva della vicenda è anche frutto delle capacità persuasive messe in atto da Forze dell’Ordine ed Operatori Sociali.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie