Trapani Oggi
Trapani Oggi

Domenica, 16 Febbraio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

"Memoria e impegno contro le mafie", grande partecipazione alla manifestazione di Libera - Trapani Oggi

0 Commenti

3

0

0

1

1

Testo

Stampa

Attualità
Trapani

"Memoria e impegno contro le mafie", grande partecipazione alla manifestazione di Libera

21 Marzo 2017 15:19, di Ornella Fulco
"Memoria e impegno contro le mafie", grande partecipazione alla manifestazione di Libera
Attualità
visite 245

Circa 12mila persone si sono date convegno, oggi, a Trapani per la "Giornata della Memoria e dell’Impegno" organizzata da Libera per ricordare tutte le vittime innocenti della mafia. Cittadini e studenti, provenienti da ogni parte della Sicilia, hanno percorso in corteo il centro storico cittadino lungo corso Vittorio Emanuele e corso Italia per poi raggiungere piazza Vittorio Veneto, davanti al palazzo municipale, dove era montato il palco sul quale si sono succeduti gli interventi, tra cui quello del responsabile provinciale di Libera Salvatore Inguì. Nelle prime file delle sedie collocate nella piazza stracolma le massime autorità civili e militari cittadine, tra cui il prefetto Giuseppe Priolo. Presenti anche molti sindaci. In testa al corteo i familiari delle vittime tra cui Vincenzo Agostino, padre di Antonino, il poliziotto ucciso a Villagrazia di Carini nel 1989 sulla cui vicenda non è stata ancora fatta luce. A Trapani non fisicamente ma con il cuore anche Margherita Asta, la cui madre Barbara e i fratellini Giuseppe e Salvatore morirono nella strage mafiosa di Pizzolungo. "Camminerò con voi da Rimini - ha scritto sulla sua pagina Facebook - altro luogo di speranza. Grazie a tutti i volontari di Libera in più di 4.000 luoghi i nomi delle vittime innocenti delle mafie riecheggeranno. Ricordarle vuol dire assumersi una quota di responsabilità: noi ci saremo con il nostro dolore e le nostre fatiche ma grazie a quanti cammineranno insieme a noi non ci sentiremo soli a combattere questo mostro dalle mille facce che ha seminato e continua a seminare morte, dolore, sofferenze". Anche a Trapani è stata data lettura dei nomi di tutte le vittime, un elenco lunghissimo che dà la misura di quanto ancora ci sia da fare per liberare la Sicilia e il resto del nostro Paese dalla nefasta presenza delle mafie che, magari, uccidono meno ma non per questo sono meno presenti e pervasive nel tessuto sociale. "Matteo Messina Denaro - ha detto il coordinatore regionale di Libera Gregorio Porcaro - questi nomi te li leggiamo in faccia. Hai visto cosa hai fatto? Adesso però qui ci siamo noi, non tu". "Diecimila'sbirri' in piazza e felici di esserlo", ha commentato il prefetto di Trapani Giuseppe Priolo riferendosi alle scritte ingiuriose nel confronti di don Ciotti apparse nei giorni scorsi a Locri. E proprio dalla cittadina calabrese, sede della manifestazione nazionale di Libera, è intervenuto don Luigi Ciotti, presidente dell'associazione. "C'e' un'Italia - ha detto - che si ribella all'indifferenza, al conformismo, alla corruzione che devasta i beni comuni e l'ambiente. Un'Italia consapevole che la convivenza civile e pacifica si fonda sulla giustizia sociale, sulla dignità e la libertà di ogni persona". E proprio di recente il Parlamento ha dichiarato con una legge il 21 marzo "Giornata in memoria della vittime della mafia. Un voto unanime, espresso circa 20 giorni fa, che è anche un riconoscimento ufficiale all'impegno a favore della legalità di Libera e di tante persone di buona volontà.

© Riproduzione riservata

Commenti
"Memoria e impegno contro le mafie", grande partecipazione alla manifestazione di Libera
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie
Change privacy settings