Trapani Oggi
Trapani Oggi

Lunedì, 21 Settembre 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Metronotte in servizio all'aeroporto, Cgil e Uil chiedono rispetto accordi sindacali - Trapani Oggi

0 Commenti

6

2

2

0

2

Testo

Stampa

Attualità
Pantelleria

Metronotte in servizio all'aeroporto, Cgil e Uil chiedono rispetto accordi sindacali

08 Settembre 2016 10:14, di Niki Mazara
Metronotte in servizio all'aeroporto, Cgil e Uil chiedono rispetto accordi sindacali
Attualità
visite 450

La "Metronotte d'Italia" fa saltare l'accordo sindacale per il trattamento economico dei cinque lavoratori in servizio all'aeroporto dell'isola di Pantelleria e impone ai dipendenti nuove e svantaggiose regole economiche. Sulla scelta della società di vigilanza privata di modificare le regole contrattuali intervengono la Filcams Cgil e la Uiltucs Uil di Trapani che denunciano "l'atteggiamento antisindacale nell'aver disdetto un accordo senza alcun confronto e, dunque, in maniera unilaterale". L'accordo per i lavoratori che gestiscono la sicurezza allo scalo di Pantelleria, appalto aggiudicato alla "Metronotte d'Italia" lo scorso novembre, prevedeva, tra le altre cose, un benefit per ogni lavoratore di 250 euro mensili. Una sorta di indennità di trasferta, stabilità a inizio commessa con i sindacati di categoria della Cgil e della Uil, resa necessaria dalla lontana e disagiata sede di lavoro. "La Metronotte - dicono i segretari della Filcams Cgil Anselmo Gandolfo e della Uiltucs Uil Mario D'Angelo - ha disdetto l'accordo sindacale senza alcun preavviso disattendendo le relazioni con i sindacati. Riteniamo questo un atteggiamento ingiustificato e auspichiamo che la società si ravveda, nel caso contrario avvieremo le opportune azioni di lotta per difendere i diritti dei lavoratori". Secondo quanto riferito dai sindacati ai lavoratori "è stato imposto di scegliere se continuare a prestare servizio a Pantelleria senza più i benefit previsti dall'accordo sindacale o lavorare sulla terraferma ma per un numero limitato di ore e, dunque, con una drastica riduzione dello stipendio". Intanto, dallo scorso luglio, la Filcams Cgil e la UilTucs Uil hanno ottenuto l'apertura di un tavolo di confronto in Prefettura per discutere gli aspetti economici che coinvolgono tutti i lavoratori della "Metronotte d'Italia".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings