Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 30 Maggio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Migranti del cas "Villa Sant'Andrea" bloccano per protesta via Toti - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

2

4

1

Testo

Stampa

Cronaca
Valderice

Migranti del cas "Villa Sant'Andrea" bloccano per protesta via Toti

31 Agosto 2015 12:49, di Ornella Fulco
Migranti del cas "Villa Sant'Andrea" bloccano per protesta via Toti
Cronaca
visite 609

Via Enrico Toti bloccata per alcune ore, stamattina, nei pressi del centro di accoglienza per migranti "Villa Sant'Andrea" dove un gruppo di ospiti ha scelto di impedire il transito ai veicoli trasportando sulla sede stradale alcuni tavoli da "calcio balilla" per attrarre l'attenzione delle autorità. Al centro della protesta, come in analoghe occasioni, i lunghi tempi di attesa per l'ottenimento dei documenti, ma anche la qualità del cibo, la carenza di assistenza sanitaria e le modalità di funzionamento del centro gestito dalla cooperativa "Badia Grande" di Trapani. Sul punto il presidente Antonio Manca, da noi interpellato, ha precisato che "tutti gli aspetti della gestione rispondono pienamente a quanto previsto nella convenzione stipulata con la Prefettura" e che, anzi, per quanto riguarda l'assistenza sanitaria la cooperativa "di sua iniziativa ha previsto la presenza, per alcune ore alla settimana, di un medico e di un infermiere per individuare eventuali esigenze sanitarie". "Sono qui da molti mesi, ormai - ha raccontato un giovane dal Gambia - ancora senza documenti e senza conoscere una parola di Italiano, non ci fanno lezioni, non impariamo nulla, in altri centri di accoglienza gli amici mi raccontano che le cose vanno diversamente". Alcuni hanno riferito di non essere ancora stati sottoposti alle procedure di identificazione. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Valderice, la Polizia e un funzionario della Questura di Trapani che ha convinto i migranti a lasciare libera la sede stradale - ripristinando la viabilità - e a rientrare all'interno del centro dove si è svolta, alla presenza della direttrice della struttura e con l'ausilio di un mediatore culturale, un'animata assemblea. Gli extracomunitari - tra cui non è mancato un confronto sull'utilizzo della lingua, se inglese o francese, con cui esprimersi per farsi comprendere da tutti - hanno avanzato le loro richieste alle quali, ha assicurato il funzionario, si proverà a dare riscontro, per quanto di competenza della Questura, già nel corso di questa settimana. Attualmente il centro di accoglienza straordinaria "Villa Sant'Andrea" ospita circa 240 migranti, di cui 24 trasferiti ieri dopo essere sbarcati - su un totale di 170 persone - al porto di Trapani, e molti di loro hanno affermato di essere in attesa dei documenti anche da 10-12 mesi. Una situazione di disagio che, nonostante le spiegazioni fornite sulle attuali modalità di funzionamento del sistema di accoglienza, rischia di dare adito - come minacciato da alcuni nel corso dell'incontro di stamane - a nuove proteste se non verranno fornite "risposte soddisfacenti".

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings