Trapani Oggi

Migranti, la nave tedesca "Karlsruhe" ne sbarca 245 - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Migranti, la nave tedesca "Karlsruhe" ne sbarca 245

29 Aprile 2016 11:18, di Ornella Fulco
visite 1195

Sono 245 i migranti sbarcati stamane al molo Ronciglioádalla nave "Karlsruhe", giunta nel porto di Trapani intorno alle 11. L'unitÓ militare tedesca o...

Sono 245 i migranti sbarcati stamane al molo Ronciglio├é┬ádalla nave "Karlsruhe", giunta nel porto di Trapani intorno alle 11. L'unit├á militare tedesca opera nell'ambito della missione europea Eunavformed. In particolare, si tratta di 210 uomini, 34 donne, di cui due in stato di gravidanza, e una bambina (scesa dalla nave in braccio alla sua mamma). A bordo anche una decina di├é┬áferiti, di cui quattro con ustioni chimiche provocate dal contatto con il carburante delle imbarcazioni su cui viaggiavano,├é┬áche sono stati sbarcati per primi. I migranti - che sono stati intercettati al largo delle coste libiche a bordo di due gommoni salpati dal porto di Sabrata intorno all'una di notte di mercoled├Č scorso - sono quasi tutti di provenienza sub-sahariana. In particolare, 85 hanno dichiarato di provenire dalla Costa d'Avorio, 70 dal Ghana, 50 dalla Nigeria, 16 dalla Guinea, 7 dal Mali, 3 dal Camerun, 2 dal Senegal, 1 dal Burkina Faso, 1 dal Botswana, 1 dal Togo, 1 dalla Sierra Leone. Tra loro anche due magrebini├é┬áe quattro persone di origine, al momento, sconosciuta. Dopo le operazioni di primo screening sanitario effettuate sul molo, saranno tutti trasferiti all'hotspot di contrada Milo - dove si svolgono le├é┬áprocedure di identificazione e fotosegnalamento - prima di essere dislocati├é┬áin centri di accoglienza di altre regioni italiane. In migranti giunti oggi a Trapani fanno parte delle oltre├é┬á2.000├é┬ápersone recuperate nelle ultime 24-36 ore in 11 distinte operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia Costiera. Un gommone, con a bordo 121 persone, ├Ę stato raggiunto da nave "Aviere" della Marina Militare Italiana, inserita nel dispositivo Mare Sicuro, mentre altri quattro interventi sono stati eseguiti dalle navi di Eunavformed: oltre alla "Karlsruhe", la spagnola "Numancia", che ha tratto in salvo da un gommone 116 migranti, e un'altra nave tedesca, la "Frankfurt", che ha tratto in salvo, complessivamente,├é┬á222├é┬ápersone. La├é┬ánave "Diciotti" della Guardia Costiera ha soccorso 4 gommoni e un barcone, portando in salvo 774 migranti, tra cui 125 donne e 5 bambini. Sei invece i gommoni soccorsi dalle navi "Borsini", "Grecale" e "Aliseo" della Marina Militare. Gli arrivi sono destinati a ripetersi e, come annunciato dall'agenzia Ue per le frontiere esterne, sono in aumento. Nel solo mese di marzo, sono stati 9mila i migranti arrivati in Italia. Due giorni fa, intanto, ├Ę stata inaugurata a Catania la sede dell'Eurtf, la task force regionale europea per la gestione dei migranti che raggruppa le agenzie coinvolte nella gestione delle frontiere e nell┬ĺemergenza migranti: Frontex, Easo, Eurojust ed Europol. Presenti il ministro degli Interni, Angelino Alfano, il commissario europeo all'Immigrazione Dimitris Avramopoulos ed il direttore di Frontex Fabrice Leggeri. Nell'occasione Alfano ha parlato, per la prima volta, della possibilit├á di effettuare le operazioni di riconoscimento dei migranti in mare, subito dopo il loro recupero: "Stiamo studiando - ha detto - una proposta da presentare all'Unione Europea per poter prendere impronte digitali e dati anagrafici in mare durante i soccorsi. Cos├Č non avremo un posto fisso a terra, creando degli hotspot sul mare". Avramopoulos ha definito l'idea "interessante" e ha confermato che si sta studiando la proposta di creare hotspot mobili. Prima per├▓, ha precisato, dovranno essere valutate le questioni sulla praticabilit├á della proposta, anche dal punto di vista legale. E sul previsto aumento di migranti in arrivo, il commissario Ue per l'immigrazione ha sottolineato: "Dobbiamo essere molto preparati e meglio organizzati e tutti gli Stati membri dovranno accettare le misure adottate" per far fronte al fenomeno. [metaslider id=86792]

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie