Trapani Oggi
Trapani Oggi

Giovedì, 16 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Nasce la "Fondazione Gulotta" per le vittime di errori giudiziari - Trapani Oggi

0 Commenti

3

1

1

3

1

Testo

Stampa

Attualità
#Certaldo

Nasce la "Fondazione Gulotta" per le vittime di errori giudiziari

25 Marzo 2017 10:38, di Ornella Fulco
Nasce la "Fondazione Gulotta" per le vittime di errori giudiziari
Attualità
visite 455

Una Fondazione a suo nome, finanziata con parte della somma ricevuta fatto Stato a titolo di risarcimento per ingiusta detenzione, che si occuperà di sostenere e aiutare le vittime di condanne ingiuste. Questa l'iniziativa dell'alcamese Giuseppe Gulotta, accusato e poi assolto nel 2012, con un processo di revisione, della strage di Alcamo Marina dove, nel 1976, vennero uccisi due carabinieri. Per questo motivo Gulotta ha trascorso in carcere 22 anni da innocente. La nascita della Fondazione è stata ufficializzata con la firma davanti ad un notaio insieme agli avvocati Pardo Cellini e Baldassare Lauria che lo hanno assistito durante il processo di revisione. L'uomo ha ottenuto dallo Stato un risarcimento di 6 milioni e mezzo di euro. Gulotta venne ritenuto responsabile dell’omicidio dei due carabinieri, che dormivano nella caserma della località balneare albanese, sulla scorta della chiamata in correità di Giuseppe Vesco e della sua stessa confessione, estorta con torture dai carabinieri che indagavano sulla vicenda i cui contorni, a tutt'oggi, non sono stati chiariti. La Fondazione, finanziata con parte del risarcimento ottenuto dal Gulotta, è dedicata alle vittime della giustizia e oltre che svolgere una funzione di sensibilizzazione delle coscienze civili sull’errore giudiziario, vuole fornire ogni strumento utile a sostenere il percorso della revisione penale per coloro che non sono nelle condizioni economiche di sostenere tale onere. Presidente della Fondazione è lo stesso Gulotta. La Fondazione stipulerà convezioni con le Università Italiane dove intende svolgere attività di formazione sull’istituto della revisione penale e della riparazione dell’errore giudiziario e si prefigge di creare un organismo di vigilanza sullo stato dei diritti dei detenuti. Una volta ottenuto il riconoscimento governativo, a norma di legge, sarà operativa.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings