Trapani Oggi

Nave "Phoenix" sbarca al porto quasi 400 migranti - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Nave "Phoenix" sbarca al porto quasi 400 migranti

20 Maggio 2017 10:25, di Ornella Fulco
visite 725

Sono giunte stamane alle 8 al porto di Trapani, a bordo della nave "Phoenix" della Ong maltese Moas, le 356 persone tratte in salvo al largo delle cos...

Sono giunte stamane alle 8 al porto di Trapani, a bordo della nave "Phoenix" della Ong maltese Moas, le 356 persone tratte in salvo al largo delle coste della Libia. Si è trattato di tre distinte operazioni di recupero. I migranti viaggiavano a bordo di gommoni e barche in legno in precarie condizioni. Per la maggior  parte provengono da Paesi sub-sahariani  ma vi sono anche libici e marocchini. Tra di loro anche 9 bambini e 32 donne. Una, in stato di gravidanza, è stata condotta all'ospedale "Sant'Antonio Abate" insieme al marito. Dopo le operazioni sul molo sono stati trasportati, anche con bus della Atm, all'hotspot di Milo per le procedure di identificazione e foto segnalamento per poi essere trasferiti nei centri di accoglienza. Quello di oggi dovrebbe essere l'ultimo sbarco in vista della riunione dei Paesi del G7 in programma a Taormina il 26 e 27 maggio. Il provvedimento di interdizione riguarda tutti i porti siciliani solitamente e si è reso necessario per pianificare i servizi necessari a proteggere i capi di Stato e di governo che si riuniranno nella cittadina siciliana. E'già in vigore dal 15 maggio per i porti di Messina e Augusta, i più vicini alla città che ospiterà il summit. Dal 22 maggio coinvolgerà tutti gli altri porti siciliani, compreso quello di Lampedusa. Il provvedimento, assicurano dal Viminale, non è legato al timore di infiltrazioni terroristiche sui barconi ma dalla necessità di concentrare le forze di polizia - si parla di 8mila persone - che solitamente sono presenti al momento degli sbarchi, nella località che ospiterà il G7.  Le navi con i migranti potranno attraccare nei porti calabresi, campani, pugliesi e anche sardi per sbarcare chi è stato soccorso in mare. Se le condizioni dovessero richiederlo, però, i porti di Lampedusa, Trapani e Agrigento - che sono i più distanti da Taormina - potrebbero essere resi disponibili. Altre misure previste dal Ministero dell'Interno riguardano i controlli alle frontiere.

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie