Trapani Oggi
Trapani Oggi

Venerdì, 10 Luglio 2020

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Ok da Roma alla nuova rete ospedaliera siciliana - Trapani Oggi

0 Commenti

4

2

0

0

0

Testo

Stampa

Salute
Palermo

Ok da Roma alla nuova rete ospedaliera siciliana

05 Aprile 2017 12:18, di Redazione
Ok da Roma alla nuova rete ospedaliera siciliana
Salute
visite 504

Via libera in Sicilia alla nuova rete ospedaliera che ha ottenuto il parere favorevole dei Ministeri dell’Economia e della Salute. Il documento ora dovrà essere notificato alle Aziende sanitarie e i manager dovranno adeguare al piano le dotazioni organiche con un nuovo atto aziendale che dovrà essere poi approvato dalla Regione. Occorrerà anche aggiornare il Piano triennale delle assunzioni ed individuare le eventuali figure eccedenti nei vari reparti con l'inserimento degli esuberi in altre strutture. A questo punto sarà chiaro il numero esatto dei posti vuoti da coprire. Si inizierà ad assumere utilizzando le vecchie graduatorie ancora valide e avviando la stabilizzazione dei precari, poi si potranno bandire i nuovi concorsi. Un percorso articolato i cui tempi però non sono ancora ben definiti. “Si tratta di un risultato straordinario e sofferto ma – ha spiegato l'assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi - la Sicilia adesso può guardare con grande fiducia al futuro della propria Sanità. La certezza è che potremo sbloccare nell'immediato le immissioni in servizio delle professionalità a partire dalle aree di emergenza-urgenza". Sulla base dell’ultima ricognizione dell’Assessorato regionale alla Salute sarebbero più di 9mila i posti di lavoro con la fetta più ampia (6.198 posti) riguardante infermieri, tecnici e amministrativi. Il resto (circa 3mila posti) riguarderà i sanitari. A questi numeri vanno aggiunti altri 300-400 posti che si sono resi disponibili per i pensionamenti e quelli destinati alle nuove figure professionali come fisici e radiologi interventisti. Nel nuovo piano aumentano anche i posti letto che passeranno dagli attuali 16.378 a 18.051. Di questi 13.044 saranno in strutture pubbliche e 5.007 in strutture private. Cancellate 215 unità operative complesse con i relativi primari. Secondo la nuova rete ospedaliera gli ospedali saranno suddivisi in "hub", strutture di secondo livello altamente specializzate, "spoke", grossi ospedali che dispongono di area pronto soccorso di primo livello e con funzioni di rianimazione e di degenza, presidi di base che mantengono almeno quattro unità operative e ospedali in zone disagiate che mantengono la struttura di base per prestare i primi soccorsi. Nel mondo politico non mancano i dubbi sulle risorse a cui attingere per fronteggiare le nuove assunzioni. La deputata siciliana Giulia De Vita ha presentato un'interrogazione alla mnistra della Salute, Beatrice Lorenzin, chiedendo delucidazioni circa le assunzioni di personale attraverso i concorsi e il perdurante deficit di alcune Asp dell'Isola. L'assessore Gucciardi è intervenuto sostenendo che saranno rispettati i tetti di spesa del settore, circa 2 miliardi di euro. All'ospedale di Castelvetrano, intanto, è partito il nuovo servizio di ecografia morfologica del secondo trimestre. L’esame verrà effettuato dal ginecologo Agostino Bono con l’ecografo di ultima generazione GE Voluson E8, che ha applicazioni avanzate, eccellente qualità delle immagini e con percezione della profondità aumentata. L’ecografia del secondo trimestre (nota anche come ecografia morfologica) è la seconda delle tre ecografie eseguite nel corso di una gravidanza normale e che fanno parte della cosiddetta diagnosi prenatale non invasiva. Viene considerata la più importante delle tre, in quanto finalizzata sia a un’accurata valutazione dell’anatomia fetale sia alla ricerca di eventuali malformazioni. L’ambulatorio dell’ospedale effettuerà l’esame ogni lunedì mattina, con prenotazione direttamente in reparto telefonando allo 0924 930209.

© Riproduzione riservata

Altre Notizie
Change privacy settings