Trapani Oggi

Ong e migranti, il procuratore Cartosio: "Indagati singoli soggetti" - Trapani Oggi

Trapani | Cronaca

Ong e migranti, il procuratore Cartosio: "Indagati singoli soggetti"

10 Maggio 2017 18:56, di Ornella Fulco
visite 869

"La Procura di Trapani ha in corso indagini riguardanti l段potesi di reato di favoreggiamento dell段mmigrazione clandestina: tali indagini coinvolgono...

"La Procura di Trapani ha in corso indagini riguardanti lツ段potesi di reato di favoreggiamento dellツ段mmigrazione clandestina: tali indagini coinvolgono non le Ong in quanto tali ma soggetti, persone fisiche, appartenenti alle Ong. Ovviamente sulle indagini non posso dire altro". Lo ha affermato stamane il procuratore facente funzioni di Trapani Ambrogio Cartosio nel corso dell'audizione davanti alla Commissione Difesa del Senato che sta svolgendo un'indagine conoscitiva sui soccorsi in mare ai migranti e sullツ誕ttivitテ svolta dalle organizzazioni non governative. "Allo stato delle nostre acquisizioni - ha proseguito Cartosio - registriamo casi in cui soggetti a bordo delle navi delle Ong sono al corrente del luogo e del momento in cui si troveranno imbarcazioni di migranti: evidentemente ne sono al corrente da prima e questo pone un problema relativo alla regolaritテ di questo intervento". "Sul piano penale - ha spiegato il magistrato - si pone il problema dei limiti dello stato di necessitテ e, soprattutto delle valutazioni dei giudici. Se per stato necessitテ si intende la situazione di chi sta annegando ティ un conto, se invece per stato di necessitテ si intende la situazione di chi si trova in un campo di concentramento libico in cui ci sono trafficanti che tengono sotto la minaccia delle armi persone che vengono violentate e torturate ティ un altro conto e copre anche lツ段ntervento delle Ong". Cartosio ha anche affermato che nel corso delle indagini sarebbe emerso che soggetti imparentati o contigui ad organizzazioni mafiose erano inseriti nel business dellツ誕ccoglienza e "mi risulta - ha detto - che autorizzazioni siano state revocate per questo motivo". Allo stato attuale dellツ段ndagine in corso sugli interventi di soccorso in mare delle Ong "escludo - ha detto Cartosio - che ci siano elementi per poter dire che i finanziamenti ricevuti dalle organizzazioni possano essere di origine illecita ed escludo anche che gli interventi di soccorso delle Ong abbiano finalitテ diverse da quello umanitarie". Durante l'audizione ティ stato anche riferito che nelle scorse settimane alcuni migranti di nazionalitテ algerina giunti a Trapani hanno riferito che la partenza dalle coste libiche era avvenuta con un gommone e che soggetti con la scritta "polizia" sule spalle avevano scortato il natante in mare aperto. Durante la navigazione erano stati avvicinati da unツ段mbarcazione della Guardia costiera libica e un soggetto aveva sparato in aria chiedendo denaro per far proseguire il viaggio. Anche il sostituto procuratore Andrea Tarondo ティ stato ascoltato in commissione: "Cツ津ィ uno scenario - ha spiegato - in cui gli attori aumentano e ci sono casi di soggetti corrotti appartenenti a forze dellツ弛rdine libiche per i quali ティ ipotizzabile il reato di concussione ma sul quale noi non siamo assolutamente competenti". Quanto all'ipotesi di imbarcare sulle navi delle Ong team di polizia giudiziaria, proposta dal procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, Cartosio ha sottolineato che "potrebbe avere risvolti positivi ma mi rendo conto anche che le necessitテ delle Ong sono molto diverse e oggettivamente contrapposte a quelle di tipo giudiziario e poliziesco. Le Ong - ha proseguito - hanno bisogno, per esempio, di operare in acque internazionali, in zone che appartengono a Stati diversi e che hanno legislazioni molto diverse. Il reato di traffico di stupefacenti, ad esempio esiste in Italia ma non in altri Paesi, come anche lo stesso reato di favoreggiamento dellツ段mmigrazione clandestina". Le organizzazioni, ha aggiunto, "hanno necessitテ di operare svincolate dalle pastoie legislative degli Stati. テun problema difficile da risolvere, soluzioni facili non esistono".

© Riproduzione riservata

Ti potrebbero interessare
Altre Notizie