Trapani Oggi
Trapani Oggi

Sabato, 25 Maggio 2019

Trapani Oggi
Notizie Cosa Fare in città Video

Onu e Oms contro il nostro cibo, "etichettiamolo come le sigarette" - Trapani Oggi

0 Commenti

3

2

2

0

0

Testo

Stampa

barraco
#Mondo

Onu e Oms contro il nostro cibo, "etichettiamolo come le sigarette"

19 Luglio 2018 13:21, di Eros Santoni
Onu e Oms contro il nostro cibo, "etichettiamolo come le sigarette"
visite 262

L'Onu e l'Oms sostengono che i cibi ricchi di grassi saturi e sale "nuociono gravemente alla salute" Eccellenze mediterranee che esaltano il palato, elogiate anche dai medici in piccole dosi come olio extravergine, formaggio, sono basilari per la nostra tanta amata "dieta mediterranea". Eppure c'è chi vorrebbe cambiare questa realtà sostenendo che questi cibi dovrebbero  essere annoverati fra i prodotti nocivi per la salute, addirittura, al pari delle sigarette, tanto da proporre di apporre sulle confezioni  la scritta che nuocciono alla salute. Il tutto perché sono ricchi di grassi saturi, sale, dunque da evitare quanto l'alcol e il fumo. Una battaglia, diciamolo francamente, discutibile  condotta dall'Onu, spalleggiata dall'Organizzazione mondiale della Sanità, (le stesse che avevano indicato la "dieta mediterranea" come patrimonio dell'Unesco) per ridurre il consumo di alimenti associati più o meno legittimamente a malattie non trasmissibili, quali diabete, patologie cardiovascolari, tumori. Patologie che, secondo gli studi, sarebbero responsabili di un numero di morti che potrebbe diminuire di un terzo entro il 2030 se si applicassero etichette che invitano a stare in guardia, in particolare dal sale. In un rapporto del mese scorso, intitolato "Time to deliver", evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, già  l’Oms aveva elencato una serie di possibili raccomandazioni per migliorare l'alimentazione degli individui. Intanto il 27 settembre a New York se ne discuterà diffusamente nel corso di una seduta in cui verrà valutata la portata delle malattie non trasmissibili e i progressi compiuti nella lotta. Ma, dopo aver lanciato il sasso, già a New York nascondo la mano e fanno sapere che si tratterebbe di un indirizzo. Insomma, "noi ve lo diciamo, voi fate come volete". Allora ci chiediamo, perché? La risposta, ovvia, è che si vuole favorire il consumo di "cibo spazzatura", questo sì che nuoce realmente alla salute, magari prodotto da multinazionali americane. Resta inteso che è sempre opportuno, per salvaguardare la propria salute, non abusare di cibi ad alto contenuto di grasso e sale e,  consiglio che vale per ogni cosa, farne un consumo moderato. Perché togliere, soprattutto agli Italiani, il gusto di un buon salume, di un gustoso formaggio e dell’intenso sapore di un olio ottenuto da olive nazionali è un po’ come togliere loro  “il gusto vero della vita”.

© Riproduzione riservata

Commenti
Onu e Oms contro il nostro cibo, "etichettiamolo come le sigarette"
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Altre Notizie